Lo spazio regionale diviene il riferimento territoriale della politica comunitaria della coesione.
La riforma mantiene capisaldi come programmazione, partenariato, co – finanziamento, valutazione, ma contemporaneamente compie un’opera di semplificazione e utilizza un solo fondo per obiettivo. Anche la ripartizione finanziaria indicativa può essere accettata a condizione che la quota riguardante l’obiettivo competitività regionale e occupazione non sia diminuita.

Denise Antinori

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 96 volte, 1 oggi)