La partita tra Samb e Giulianova avvia un ciclo fondamentale di gare: da qui in poi andranno avanti solo le squadre migliori, quelle che sbaglieranno di meno. C’è posto per la Samb? Proviamo a confrontare la situazione rispetto al campionato scorso.

Allora al primo posto figuravano il Pescara e il Martina, a 46 punti, gli stessi che ha attualmente la capolista Acireale. Seguivano poi l’Avellino e il Teramo a 43 punti, mentre attualmente abbiamo il Crotone a 45, la Viterbese a 44 e il Catanzaro a 41.

Lo scorso anno la Samb, che stava entrando nel suo periodo di crisi, aveva 41 punti, quattro in più di oggi; attualmente, però, il quinto posto è appannaggio del Lanciano (38). Rientrano nella corsa play-off anche il Benevento (36) e il Teramo (34), mentre lo scorso anno soltanto il Crotone vantava possibilità di rimonta sulla Samb.

Mancano undici giornate alla fine e la situazione del campionato appare molto fluida. Ricordiamo che lo scorso anno, ad un certo punto, l’Avellino sembrava facilmente destinato alla Serie B, con il Pescara (e ancora più Martina e Teramo) staccatissimi.

Una situazione inimmaginabile a undici turni dalla fine, quando l’Avellino era terzo in classifica. Sconvolgimenti del genere potrebbero essere ancora più frequenti nel girone di quest’anno, di caratura tecnica inferiore e quindi più facilmente dominabile da squadre che presentano un tasso tecnico superiore alle altre squadre (tra cui inseriamo la Samb).

Insomma, la Samb non può più sbagliare. Non lo può fare mister Trillini, reduce da un periodo positivo (12 punti in 6 partite), ma sempre costretto a vincere per non rischiare di fallire un obiettivo, quello dei play-off, che una squadra come la Samb attuale non può mancare. Se mister Trillini è l’attore principe, ricordiamo che in campo ci vanno i calciatori: è ora che anche la squadra, finalmente al completo almeno nel reparto delicatissimo del centrocampo, dimostri di avere quella personalità necessaria per dominare, almeno per una volta, l’avversario di turno. Non serve essere sempre fortissimi per vincere, ma ogni tanto occorrerebbe esprimere il massimo delle proprie possibilità per verificare, almeno, con quale potenziale tecnico si può lavorare.

Samb-Giulianova rappresenta anche un momento importante per la società. La stampa locale, fino ad ora, ha accettato comportamenti non limpidissimi, accusata essenzialmente di aver diffuso notizie false (basta vedere cosa sta accadendo attorno alla Roma per capire quanto sia difficile trasformare “voci” o “trattative” in affari conclusi). Se la società tiene a questa squadra, è opportuno rimuovere le occasioni di attrito, con la stampa, con i tifosi, con l’amministrazione locale.

I rossoblù riprenderanno ad allenarsi domani. In forse, per la partita di domenica prossima, c’è il solo Manni, oltre lo squalificato Cottini.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)