Parla il presidente del Consorzio Turistico Marco Calvaresi

“La società consortile ‘Riviera delle Palme’, ha deliberato, per il 2004, una nuova politica promozionale in grado di dare rilievo a tutte le peculiarità e le bellezze del territorio, andando oltre mare e spiagge (caratteristiche per cui la nostra città è già un’apprezzata meta balneare), ed ha programmato la BEA, la prima Borsa per l’Enogastronomia e l’Artigianato.”

“Il progetto nasce dalla volontà di stravolgere un po’ l’immagine del Piceno, presentando attraverso gli oggetti ed i cibi esclusivi che vi si producono, coniugando, quindi, insieme artigianato e specialità culinarie in modo che si completino e si valorizzino vicendevolmente dando, di riflesso, luce a tutto il territorio.”

“La Borsa per l’Enogastronomia e l’Artigianato del Piceno sarà l’evento che porterà, tra il 4 e il 10 maggio, circa 100 ospiti (tra T.O., ristoratori ed esperti del settore alimentare), provenienti dall’Italia e dai Paesi esteri che più ci interessano, direttamente nella nostra terra per fargli conoscere, o meglio ‘vivere’, le molteplici realtà esistenti nella stessa, relativamente piccola, zona.

“Ogni giorno, verranno organizzati diversi tour itineranti (uno al mare, due in collina ed uno in montagna), durante i quali si visiteranno chiese, teatri, musei, si degusteranno piatti preparati nelle taverne, osterie e ristoranti e si potranno ammirare gli artigiani che lavorano i loro prodotti nelle botteghe; tutto questo godendo sempre di un panorama meraviglioso.”

“Con la BEA, infatti, si intende far conoscere ai Tour Operator, ai ristoratori e agli altri addetti del settore, varietà esistente dei nostri prodotti ai fini della possibilità di combinare insieme più realtà e realizzare dei pacchetti interessanti per il turista.”

“Durante la Borsa per l’Enogastronomia e l’Artigianato, quindi, i buyer verranno con l’intento di saggiare i nostri prodotti, visitare i luoghi e scegliere quali impiegare nei proprio pacchetti, proprio per questo la BEA terminerà con un workshop, che si terrà nel Palacongressi di San Benedetto, dove, gli ospiti ritroveranno tutti i produttori ed i rappresentanti dei beni culturali visitati ed avranno la possibilità di rivedere ed acquistare ciò che più ha suscitato il loro interesse nei giorni precedenti, ai fini della realizzazione dei propri pacchetti da catalogare.”

“La BEA, oltre ad essere la borsa turistica e quindi volta a far conoscere e visitare tutte le realtà, naturali, culturali ed artigiane che caratterizzano il Piceno, vuole essere anche borsa commerciale e favorire la stipulazione di contratti con gli imprenditori presenti che avranno avuto possibilità di far conoscere il loro prodotto ai buyer durante i tour itineranti.”

“Le aspettative per un cospicuo riscontro economico sono evidentemente alte: con la BEA si vuole lanciare nel Piceno un mercato turistico completamentare a quello balneare al fine di destagionalizzare gli arrivi e le presenze dei turisti, offrendo un’alternativa agli amanti della collina e della montagna e, allo stesso tempo, incentivare l’economia artigiana e culinaria dei paesini, creando un circuito che garantisca loro di mantenere nel tempo le tradizioni”

“Con la presente, il Consorzio Turistico Vi invita a partecipare alla BEA da protagonisti e presentare i Vostri prodotti al Placongressi di San Benedetto tra l’8 e il 10 maggio, giorni in cui la Borsa sarà aperta anche al pubblico e sarà, quindi, ulteriore vetrina verso il territorio e le Regioni limitrofe.”

“RingraziandoVi per la cortese attenzione e, confidando nella Vostra collaborazione, cogliamo l’occasione per porgere i più cordiali saluti.”

Il presidente

Marco Calvaresi

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 143 volte, 1 oggi)