La Provincia di Ascoli si ferma. E’ previsto per oggi la sciopero generale di otto ore indetto dai Cgil, Cisl e Uil per mettere in risalto la crisi economica ed occupazionale che sta investendo la nostra provincia. I dati forniti dalle Regione sono allarmanti e ‘parlano’ chiaro: nel 2003 sono andati perduti 1.800 posti di lavoro, altri 200 lo saranno nel 2004 stando alle richieste di mobilita’ e ulteriori 214 licenziamenti sono latenti se non si interverra’ entro la fine dell’anno.

Per la Camera di Commercio provinciale le cifre sono ancora più drammatiche: la chiusura o il ridimensionamento di diverse attività produttive ha portato, solo nei primi nove mesi del 2003, alla perdita di 3.600 posti di lavoro. La crisi economica sta colpendo, in particolare, il settore calzaturiero e quello agroalimentare, che a San Benedetto ha una delle realtà più rilevanti.

Allo sciopero generale aderirà anche la Confcommercio provinciale con la chiusura simbolica degli esercizi dalle 10.30 alle 10.45.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 94 volte, 1 oggi)