Questa mattina l’assessore all’ambiente Ruggero Latini, accompagnato dal funzionario comunale ing. Antolini, ha svolto un sopralluogo con i rappresentanti delle associazioni dei concessionari di spiaggia per definire le modalità dell’intervento di “ripascimento manutentivo” del tratto più settentrionale dell’arenile cittadino.

“Si tratta- ha spiegato Latini – di trasportare la sabbia dragata e accumulata a nord del bacino portuale nella zona che sarà interessata dal ripascimento. I lavori, affidati a Picenambiente, partiranno lunedì 23 febbraio. Per circa tre settimane i mezzi accumuleranno la sabbia in prossimità delle concessioni. Ai primi di aprile, poi, inizierà l’opera di spandimento della sabbia, finalizzata essenzialmente a riallineare la battigia eliminando le insenature che sono le più vulnerabili all’azione del mare. Dopo Pasqua, si procederà al livellamento e alla pulizia”.

“A tale proposito – aggiunge Latini – è mia intenzione convocare un nuovo incontro con i concessionari per concordare le modalità del servizio, analogamente a quanto fatto l’anno passato”.

Il trasporto della sabbia, circa 10.000 metri cubi di materiale, costerà circa 300.000 euro, di cui 90.000 a carico del Comune e il resto della Regione. Nel programma sono stati adottati anche gli opportuni accorgimenti per non danneggiare gli interventi di sistemazione della spiaggia, curati sempre da Picenambiente, previsti in occasione di “eventi” come la corsa ciclistica “Tirreno Adriatico” e le festività pasquali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 94 volte, 1 oggi)