Nel corso di un duro dibattito tenutosi in Consiglio regionale sull’approvazione della finanziaria regionale 2004, è stato approvato l’emendamento presentato dai Verdi riguardante la copertura finanziaria per l’istuzione della riserva naturale della Sentina. “L’obiettivo più difficile- afferma il consigliere dei Verdi, Pietro D’Angelo- è stato proprio far passare in emendamento la finalizzazione di circa euro 413.000,00 per l’avvio di due riserve naturali regionali quali quella della Sentina a S.Benedetto del Tronto e quella della Foce del Metauro a Fano”.

La copertura finanziaria per l’avvio delle riserve naturali regionali sarà mantenuta fino al momento dell’assestamento del bilancio 2004, di fatto per quattro mesi circa.

“A questo punto- continua D’Angelo- è indispensabile che gli Enti Locali interessati manifestinola volontà di arrivare al più presto all’istituzione delle riserve, adempiendo a tutti gli obblighi di legge per l’istituzione di aree protette regionali, altrimenti i finanziamenti andranno persi”.

Il consigliere lancia una stoccata alle Amministrazioni comunali di Ascoli e S.Benedetto: “Ciò è avvenuto purtroppo per ben tre anni consecutivi per l’istituzione della riserva naturale della Sentina, dove la mancata volontà politica dei Comuni di San Benedetto del Tronto e di Ascoli Piceno hanno reso vano ogni finanziamento regionale”.

D’angelo conclude con un attacco alla Cdl: “Non pensavo che la sola disponibilità finanziaria della regione a copertura di indicazioni presenti nel PTRAP (piano triennale regionale aree protette), votata peraltro già due volte in Consiglio Regionale e che comunque rimanda agli EE.LL. ogni iniziativa, provocasse un terremoto politico in aula, uno scontro durato per più di un’ora con affermazioni false e pretestuose, con la sola finalità di speculazione e sciacallaggio politico messi in atto dal centro-destra”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 67 volte, 1 oggi)