Difficile capire come si sia arrivati al punto di ritirare le tessere stampa ai giornalisti di San Benedetto: troppo complicato. Ma esiste una spiegazione semplice semplice, senza passare per la ricostruzione puntuale dei fatti, che, a rigor di memoria, produrrebbe effetti catastrofici: non desiderare che si scriva quello che si sa, quello che si pensa, quello che si ritiene corretto. Avere dunque la schiena piegata al comandante di turno.

Domani bisognerà pagare il biglietto? Non diventeremo più poveri! Ma in questo momento il rischio grosso è quello di una frattura tutta politica (nel senso lato del termine): qui la società, di là i tifosi; eppoi la squadra e il tecnico; di là i giornalisti, intruppati in una unica indistinta massa; e ancora, l’amministrazione comunale (ma l’opposizione non è ora che dica la sua su quanto sta avvenendo?).

Ci auguriamo che questi blocchi, contrapposti da una attenta strategia che ai più è sfuggita (si è più portati a giudicare la prestazione di un giocatore che a pensare ai giochi di forza incomprensibili, specie dentro uno stadio), non restino in eterno in queste posizioni di stallo. Ci piacerebbe che qualche tifoso solidarezzasse con la stampa, senza per questo dover essere accusato di essere contro la società. Altrimenti non se ne esce vivi, con buona pace della Serie B (che è l’unica cosa che conta da oggi a giugno prossimo) e della società.

Lo abbiamo scritto, lo abbiamo detto, e lo ripetiamo: siamo sempre pronti a stringere la mano di Luciano Gaucci, senza rancore (sentimento che appartiene ai deboli); ci rifiutiamo di partecipare ad una guerra in cui i colpi bassi potrebbero durare per mesi, e a rimetterci, in questo caso, sarà la Sambenedettese Calcio e tutti coloro che le stanno intorno (società e giornalisti compresi).

Ma è inutile che si chieda, a tutti i giornalisti indistintamente, di chiedere scusa (di cosa?), il che implicherebbe una sorta di auto-censura preventiva per il futuro.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 79 volte, 1 oggi)