7 febbraio, non è periodo di mezze misure. Se negli ultimi tre anni questo è stato il mese nero della Samb (che però avrebbe vinto due campionati e sfiorato la terza vittoria), stavolta non è più tempo di errori.

Apriamo il nostro libro dei sogni: con i nomi in possesso della Samb, se si vuole sperare di vincere i play-off e centrare la Serie B, da adesso in poi i rossoblù dovranno vincere, vincere, e vincere.

Ma anche convincere: da questa squadra ci aspettiamo le capacità di dominare gli avversari (cosa intravista nel finale del primo tempo a Martina), e non solo di spuntare vittorie soffertissime come quella contro il Teramo o il Chieti.

Abbiamo bisogno di un salto di qualità: seppur ci auguriamo la vittoria, un altro risultato pieno ma un po’ casuale non ci soddisferebbe del tutto. Abbiamo un attaccante (Borneo) che può non farci rimpiangere il duo Zerbini-Scandurra, un regista avanzato (Fanesi), e alcuni uomini di lusso per quasi tutte le squadre del girone (Esposito, Bifini, Kanjengele, Martini; abbiamo dei centrocampisti di categoria (Gennari, Martusciello, Napolioni, Maschio, Filippi); abbiamo una difesa assortita con buoni giocatori in ogni ruolo.

Perdere l’occasione di vincere un campionato del genere, significherebbe lasciarsi sfuggire un’occasione irripetibile.

Questo Luciano Gaucci lo sa (ecco perché, tolti i giovani gioielli della Samb, ha pensato comunque di rafforzarla), così come lo sa il tecnico Trillini, al quale auguriamo, domenica prossima, di agire nella maniera più serena, sperando che il brutto anatroccolo Samb diventi soltanto un ricordo.

ALLENAMENTO. Oggi la Samb ha disputato un’incontro amichevole contro la Recanatese. La partita si è conclusa 3-0, con reti di Esposito, Borneo (rig.) e Fanesi. Si sono allenati a parte Gennari e Filippi, mentre Kanjengele e Martusciello sono rimasti fermi e probabilmente non giocheranno domenica prossima.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 1 oggi)