Capriotti (Rifondazione Comunista)

“Sembra che voi non volete ascoltare queste persone.
Qualche anno fa, quando fu realizzata la piazza nel
quartiere di Ponterotto, i passati amministratori
capirono che ciò non poteva avvenire vendendo la
scuola.

In quelle zone abbiamo bisogno di uno spazio di
aggregazione per i nostri figli e gli anziani, che fino a
qualche anno fa erano costretti a giocare a carte sotto
le pensiline delle fermate degli autobus. Se si arriverà
alla dismissione degli edifici scolastici, la protesta,
secondo me, non scemerà ma anzi si radicherà di più.
Farò resistenza passiva, occuperò insieme ai cittadini
uno dei due edifici se sarà necessario, mi dovrete
portare via con la forza.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 92 volte, 1 oggi)