Nel mondo dei bassisti Jeff Berlin è una leggenda ma, in particolare, in quello del basso elettrico si è guadagnato, negli anni ’70, un riconoscimento mondiale come il miglior bassista americano e da molti è addirittura considerato il più fine solista al mondo.

Accanto di Jaco Pastorius, Stanley Clarke ed Alphonso Johnson, a Jeff, nei suoi vent’anni di attività, gli sono riconosciuti i meriti di un’importante innovatore, affermati in concerti e registrazioni sia come ospite sia con gruppi propri.

Ospite dei festival di tutto il mondo, si è trovato in jam-session con le star più importanti del jazz e del rock and roll: Pat Metheny, Van Halen, Rush, Bill Evans, Jaco Pastorius, Stanley Clarke e da curioso e sperimentatore non si è negato neppure al pop partecipando ad uno show televisivo con il cantante Donnie Osmond.

Fondatore della scuola The Players of Music a Clearwater in Florida, in questi due decenni di carriera, Jeff si è dedicato con passione anche all’insegnamento tanto con corsi residenti, quanto presente e appassionato durante le clinic che ha condotto in tutto il mondo.

Tra i grandi fan, Berlin, annovera anche il proprietario della Dean Guitars che gli ha dedicato un basso elettrico costruito appositamente per lui, venduto in tutto il mondo e chiamato semplicemente Jeff Berlin.

Tra gli album, vanno certamente citati quelli con Bill Bruford, Yes, Allan Holdsworth, Kazumi Watanabe, George Benson, Patty Austin anche se non si contano le sue presenze come ospite in album con gli stili più vari.
Tra quelli a suo nome è doveroso citare Champion, Pump it! e lo stupefacente Taking Notes ed anche il suo nuovo CD In Harmony’s Way è considerato un capolavoro.

Per il concerto sambenedettese Berlin sarà con il suo gruppo base formato da Richard Dexler al piano e Danny Gottlieb alla batteria.

Biglietto d’ingresso 15 euro. Tessera d’iscrizione al club over 25 anni 10 euro, young 5 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 213 volte, 1 oggi)