Giovanni Gaspari attacca. A scatenare la dura presa di posizione del capogruppo Ds è la mancata presenza molti consiglieri comunali alla seduta della Commissione consiliare prevista nel pomeriggio. La commissione era chiamata ad esaminare le osservazioni riguardanti il cambio di destinazione delle scuole ‘Castello’ e ‘Borgo Trevisani’.

“Oggi la seduta era prevista alle 17 in prima convocazione e alle 18 in seconda. Alle 18.15 eravamo presenti solo io e i consiglieri Baiocchi e La Manna. Solo alle 18.25 si è presentato il consigliere di Forza Italia Evangelisti, a cui ho chiesto di assumere la presidenza della Commissione, in qualità di consigliere anziano, e eventualmente di dichiarare sciolta la seduta. E così è stato”.

“Mi domando se è possibile assumere un atteggiamento così irrivirente nei confronti della città. Al di là delle perplessità che suscita sul piano politico la scelta di dismettere dei beni che rappresentano un pezzo di storia di San Benedetto, ciò che stupisce è la mancanza di rispetto verso la cittadinanza, che noi consiglieri siamo chiamati a rappresentare”.

Amara la conclusione di Gaspari: “Un episodio analogo era già avvenuto la scorsa settimana per l’esame del piano economico-finanziario del lungomare. Ritengo che questa situazione sia divenuta insostenibile”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 248 volte, 1 oggi)