Una manifestazione alla diciannovesima edizione, che richiama ogni anno 10 mila visitatori

Le Marche del sistema calzaturiero e della pelletteria sbarcano in India per partecipare ad una manifestazione fieristica, considerata la vetrina più prestigiosa dell’industria indiana del settore: l’ILF (India International Leather Fair) a Chennai, dal 31 gennaio al 4 febbraio 2004 .
Una manifestazione che ogni anno accoglie oltre diecimila visitatori dall’India , dallo Sri Lanka e dal Bangladesh e circa 250 espositori da Europa, America, Asia, in 6000 metri quadrati di superficie .
“Anche e soprattutto nell’attuale fase congiunturale – ha spiegato il vicepresidente Gian Mario Spacca- è importante che il settore della calzatura e quello della componentistica, in particolare, trovino nuovi sbocchi di mercato e occasioni di lancio del nostro prodotto. La partecipazione, infatti, alla fiera di Chennei, la capitale del distretto della calzatura in India, – ha aggiunto il vicepresidente- è stata pensata e organizzata per far conoscere il nostro distretto della calzatura, per conoscere una realtà produttiva diversa, ma anche per promuovere relazioni tra le aziende marchigiane e indiane, in modo da creare le migliori opportunità per aprirsi, dopo quello cinese, ad un altro mercato asiatico, per certi versi ancora da esplorare e avviare, così, collaborazioni fruttuose.?
Sono state organizzate, infatti, iniziative collaterali all’esposizione merceologica, come incontri d’affari con le aziende importatrici indiane e visite al distretto di Chennai ( nella regione Tamil Nadu) che produce il 57,75% delle calzature e il 52,5% della pelle finita.
La Regione Marche , nell’ambito del programma promozionale e di internazionalizzazione, in convenzione con l’Istituto del Commercio Estero e in collaborazione con le aziende speciali delle Camere di Commercio di Ascoli Piceno e Macerata, “Piceno Promozione? e “Ex. It.?, parteciperà alla Fiera con una collettiva di nove aziende produttrici di componentistica per la calzatura: Corplast di Corridonia; Eurostampi di Civitanova Marche; Eurosuole di Civitanova Marche; Fac Gb di Cvitanova Marche; Golden Plast di Porto Potenza Picena; Gommus di Montecarotto; Serafini di Civitanova Marche; Sibil 2 di Civitanova Marche; Tecnosmaltature di Campofilone che producono tutto ciò che serve per “costruire? una scarpa: fondi per calzature, stampi, suole in gomma, adesivi e collanti, tacchi in gomma e piccoli accessori.
Quella di quest’anno è la diciannovesima edizione ospitata proprio nella città che rappresenta la spina dorsale dell’industria indiana della pelle. (ad’e)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 311 volte, 1 oggi)