L’opportunità di veicolare le specificità produttive che
caratterizzano l’artigianato e più in generale il sistema
delle piccole e medie imprese e la cultura alimentare
del Piceno come un marchio univoco, di grande
appeal per i turisti, è alla base del progetto del
Consorzio Riviera delle Palme e della CNA della
provincia di Ascoli, denominato BEA che è la sigla che
identifica la Borsa dell’Enogastronomia e
dell’Artigianato. Con un apposito stand l’iniziativa verrà
presentata agli operatori del settore turistico nel corso
dell’imminente edizione della Bit la Borsa
internazionale del turismo che si svolgerà a Milano.
L’iniziativa si pone lo scopo di essere una “cartolina?
del territorio del Piceno presentandolo non solo come
meta balneare, ma anche come colline verdi e vigneti
che producono vini pregiati, ricche di storia, abitate da
artigiani capaci di realizzare prodotti esclusivi
mantenendo vive le tradizioni dei caratteristici paesini.
La Bea si svolgerà nei giorni tra l’8 ed il 10 maggio e
costituirà il principale punto di riferimento per tour
operator italiani e stranieri che verranno guidati
attraverso tour prestabiliti nei vari paesi aderenti al
Consorzio Riviera delle Palme visitando chiese, teatri,
rocche, sostando e degustando bontà in cantine,
ristorantini e osterie, osservando gli artigiani al lavoro
nelle loro botteghe intenti a realizzare i tipici manufatti
con l’obiettivo di creare dei pacchetti turistici in grado di
soddisfare una clientela il cui trend è in costante
crescita. Infatti, secondo gli studi dell’Isnart il turista
interessato a questi tipi di vacanze è per definizione di
ceto socio-culturale molto elevato, esigente, attratto
dalla possibilità di abbinare la degustazione di cibi
caratteristici alla scoperta di nuovi angoli rurali,
suggestivi per tradizioni, cultura ed artigianato. “Con
questa iniziativa proponiamo – ha detto la direttrice
della CNA provinciale di Ascoli – uno stile di vita del
Piceno che sicuramente attira l’attenzione dei turisti sia
italiani, ma soprattutto stranieri attraverso la
valorizzazione della specificità dell’origine dei prodotti e
delle preparazioni che rappresentano l’elemento
distintivo e nel contempo il fattore competitivo del
nostro sistema?. “I prodotti tipici di grande valore e
bontà diventano l’attrazione principale di molte località
e tra queste la nostra zona ha tutte le carte in regola per
giocare un ruolo di assoluta protagonista – ha detto il
presidente del Consorzio Turistico Riviera delle Palme
Marco Calvaresi – e proprio attraverso la valorizzazione
del nostro territorio siamo in grado di promuovere
un’offerta turistica completa?. La partecipazione delle
aziende artigiane alla Bit sarà gratuita grazie
all’impegno della CNA provinciale di Ascoli che intende
agevolare la presenza “di quelle eccellenze produttive
che sono il vanto – ha sottolineato Maria Desiree Basili
– del sistema economico del Piceno?. All’interno dello
stand alla Bit verranno, infatti, esposti i prodotti tipici
delle aziende che hanno sede nei comuni che fanno
parte del Consorzio Turistico Riviera delle Palme. Le
imprese interessate a questa iniziativa potranno
ricevere maggiori informazioni contattando i funzionari
incaricati della CNA nelle varie sedi sul territorio ai
seguenti numeri: Ascoli Piceno (telefono 0736-41805),
Fermo (0734-600288) e San Benedetto del Tronto
(0735-658948).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 230 volte, 1 oggi)