L’Assessore alla Cultura Bruno Gabrielli ha presentato questa mattina il programma degli eventi, che si snoderanno da maggio ad ottobre del 2004, per celebrare i 1700 anni dal martirio di San Benedetto, La nostra città prende il nome proprio dal giovane Benedetto, che fu perseguitato e quindi decapitato per aver abbracciato la fede cristiana.

In occasione della ricorrenza, l’Amministrazione comunale, coadiuvata dalla Provincia e dai dirigenti delle scuole cittadine, attiverà una serie di iniziative per sensibilizzare i sambenedettesi verso la figura del Santo.

Il programma prevede momenti culturali e ricreativi, con concorsi per tutte le scuole, convegni storici, presentazioni di libri e festeggiamenti per le strade della città. Il periodo dei festeggiamenti avrà inizio ufficiale il 29 Maggio, Festa del Santo patrono, e si concluderà il 13 ottobre, ricorrenza del martirio (avvenuto nel 304 d.C.).

Da segnalare il restauro dell’altare dedicato al santo nell’Abbazia del paese alto, una fiera rievocativa in programma il 13 ottobre, la presentazione di un inedito manoscritto rivenuto in un archivio ecclesiastico che ha come soggetto proprio il Martire di cui la città porta il nome.

Di notevole importanza sarà lo scambio culturale con le città gemellate, in particolare l’argentina Mar del Plata, che condivide con San Benedetto la devozione al martire, grazie anche alla nutrita presenza di sambenedettesi o loro discendenti là emigrati in cerca di fortuna.

“Sarà un occasione di crescita importante per l’intera città – ha dichiarato l’assessore alla cultura Bruno Gabrielli, presentando il programma – ma soprattutto sarà un’occasione per riflettere sulle nostre radici, sulla cultura della nostra terra”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)