Anche la Riviera delle Palme paga il suo conto per lo scandalo della Parmalat.

L’Eurotel di Grottammare, infatti, vanta un credito di 62.500 euro nei confronti della Parmatour, società controllata da Francesca Tanzi, figlia di Callisto, presidente della Parmalat.

L’Eurotel si era appoggiato alla società di tour operator Cimintour, controllata dalla Parmatour, a partire dal 2000, ma già nel 2002 il gruppo emiliano aveva lasciato dei crediti insoluti che poi, nel corso della scorsa estate, sono saliti alla cifra di 62.500 euro, difficilmente riscuotibiliconsiderando la pesante situazione finanziaria della Parmalat.

Ieri il Tribunale di Parma ha accolto la richiesta del commissario straordinario della Parmalt Bondi, che ha comunicato lo stato di insolvenza dell’azienda di Tanzi. A tutti i creditori è stata spedita una lettera, contenente l’istanza di sospendere il giudizio rispetto alle cause intentate verso la Parmatour.

Un brutto colpo per la struttura alberghiera gestita con professionalità da Giuseppe Cinesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)