Pubblichiamo l’accorata lettera di un ‘affezionato’ lettore del nostro quotidiano on line.

“Carissimo direttore,

le scrivo la presente lettera per porre l’attenzione su un fatto che mi sta interessando in prima persona ma che riguarda l’intera cittadinanza. Mi riferisco alla pura e semplice deforestazione del lungalbula operata da espertissime mani comunali spacciate per “lungimiranti” lavori di giardinaggio.

Premetto, non sono assolutamente un esperto in giardinaggio ma ciò non mi impedisce di osservare come in questi giorni stiamo assistendo ad un vero e proprio attacco verso gli storici pini dell’Albula.

Ricordando la storica propensione all’abbattimento erboreo del comune sambenedettese (vedasi piazza cristo re o piazza nardone) e gli annosi problemi di parcheggio riguardanti l’intera zona dell’Albula (sono un residente giornalmente alla caccia del posto macchina), non vorrei nel futuro prossimo assistere alla scomparsa di un altro pezzo storico di San Benedetto.

Cordialmente, un affezionato lettore e un cittadino che proprio non ne può più”.

Raccolta la civile protesta del nostro lettore, attendiamo eventuali chiarimenti sull’argomento da parte dell’Amministrazione comunale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 129 volte, 1 oggi)