Sala stampa chiusa per decisione di Luciano Gaucci:
per quale motivo? Non è dato saperlo. Durante la
nostra diretta web avevamo scritto: Ci riserviamo di
commentare la decisione quando questa ci verrà
comunicata ufficialmente dalla società rossoblù.

Intanto, su intervento di alcuni rappresentanti politici del
Comune di San Benedetto del Tronto, sono state
avvertite le forze dell’ordine locali che potrebbero
imporre il rispetto di un diritto elementare sancito nella
costituzione: la libertà di stampa.

La società non ha comunicato la motivazione che ha
condotto ad una simile decisione. Si tratta di un attacco
incredibile al lavoro di tante persone, di San Benedetto
e Teramo, che oggi hanno preso appunti sotto la
pioggia.

La decisione, probabilmente, deriva dalle polemiche
degli ultimi giorni relativa al contratto di concessione
dello stadio che la famiglia Gaucci si è rifiutata di
firmare, in opposizione all’amministrazione comunale.

L’avvertimento dato alla stampa locale, in realtà,
sembra essere una ulteriore rottura con la Giunta
Martinelli, che nei giorni scorsi ha pagato un rateo per
assicurare lo stadio “Riviera delle Palme”, scoperto dal
punto di vista assicurativo dal momento che la
convenzione tra Samb e comune non è stata firmata.

Quando abbiamo saputo la novità, abbiamo fatto fatica
a trattenere il nostro stupore. In questo momento si
potrebbero dire molte cose, e divertirsi a commentare
questo comportamento: però, visto che a doverci
giustificare non siamo noi, preferiamo sorvolare e
lasciare qualsiasi commento ai nostri lettori.

Se ci saranno novità in questo campo, se avremo a
disposizione delle informazioni utili, le daremo.
Altrimenti considereremo questo argomento per quello
che è: una noiosa disputa di interessi non chiari.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 71 volte, 1 oggi)