In una città mitica e irreale chiamata Belmonte, Shakespeare ha ambientato questa sua opera magistrale, in cui si contrappongono il mondo arcaico e cavalleresco simboleggiato da Belmonte, con la corruzione e l’affarismo legato al denaro di Venezia, la città dei mercanti.

Due sono le figure che sintetizzano questa contrapposizione: l’usuraio ebreo Shylock, che cerca di vendicarsi della sua “diversità” attraverso gli affari e la cupidigia, e il mercante Antonio, emblema della modernità, animato da sentimenti nobili e pur tuttavia afflitto da un infinito male di vivere.

Altri personaggi dell’opera sono Porzia, la regina-maga di Belmonte, e Bassanio, un gentiluomo caduto in disgrazia, che metterà in contatto i mondi distanti di Shylock e Antonio. Bassanio, sposo predestinato di Porzia, supererà la prova degli scrigni e inizierà un percorso che lo avvicinerà alle figure degli antichi cavalieri medievali.

Le rivalità tra Shylock, malvagio che infine manifesterà una forma di bontà, e Antonio e Porzia, portatori di sentimenti disinteressati, rivali involontari per l’amore verso Bassanio, culminerà nella deflagrazione del finale dell’opera: non esistono buoni e cattivi, innocenti e colpevoli, ma il mondo moderno è fragile e complicato, e i sentimenti di ognuno sono contaminati sempre sia nel bene che nel male. Il perdono e la tolleranza devono diventare le guide nel nuovo caos.

“Il Mercante di Venezia”, di William Shakespeare, opera elaborata, diretta e scritta da Elena Bucci, Stefano Randisi, Marco Sgrosso e Enzo Vetrano, sarà rappresentata a San Benedetto mercoledì 14 gennaio alle ore 21,15 al Cineteatro Calabresi. I biglietti saranno in vendita presso il cineteatro Calabresi dalle 16,00 alle 20,00. Il costo del biglietto va dai 18 euro per la poltrona centrale, ai 13 per la poltroncina, fino ai ridotti a 10 euro per gli studenti fino a 25 anni e pensionati dai 65 anni in poi; le associazioni con sede a S. Benedetto del Tronto pagheranno 12 euro. Info: 0735.5869500.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 339 volte, 1 oggi)