In un intervista pubblicata oggi da Il Messaggero Luciano Gaucci ribadisce chiaramente l’intenzione di rinforzare la Samb dopo le prime cessioni del calcio mercato rossoblù. La prossima settimana, secondo Luciano Gaucci, arriveranno alla Samb i primi rinforzi.

I nomi sono quelli che circolano da diversi giorni: Borneo dalla Vis Pesaro, Manca e Sanetti del Teramo, Ascenzi dal Paternò, Pedotti dalla Reggiana, senza dimenticare Baciocchi e Maschio, al momento “parcheggiati” a Perugia, e Kanjengele, in bilico tra Samb e Catania. Le possibili cessioni riguardano Martusciello, Napolioni, Manni, Cottini e Gennari.

Per la Samb, rinforzata o meno, due saranno i metri di valutazione:

a) Se la “nuova” creatura di Gaucci sarà più o meno forte di quella del girone di andata. Al di là dell’obiettivo di migliorare – sempre – l’esistente, non va dimenticato che, se la famiglia Gaucci consentisse già un’onesta salvezza, per il pubblico sambenedettese sarebbe un mezzo successo. Completare senza troppi patemi questo campionato, ad alto rischio visto quanto accaduto negli ultimi giorni, consentirebbe anche di cominciare a pensare al “dopo” senza l’angoscia di rivivere un altro 1994.

b) Anche se la squadra che Luciano Gaucci sta disegnando sulla carta dovesse essere più forte rispetto a quella del girone di andata, i rossoblù hanno subito il pesante handicap di giocare la partita contro la capolista Acireale senza Scandurra, Criniti e Zerbini e di aver giocato contro una diretta concorrente per i play-off senza i primi due e con uno Zerbini che ha espressamente dichiarato di aver risentito, a livello emotivo, dell’imminente trasferimento (anche al momento del calcio di rigore).

Da qui discende la decisione di www.sambenedettoggi.it di non fare “sconti” a nessuno: se Gaucci centrerà l’obiettivo dei play-off lo applaudiremo, ma guai a tacciare per “operazioni di rafforzamento” le partenze di Scandurra, Zerbini e Criniti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 104 volte, 1 oggi)