La testa ora volge solo al campionato. Quindici partite ancora per decidere quale sarà il futuro del Porto d’Ascoli. Ad inizio stagione sul piatto della bilancia era stata depositata una sola premessa, quella di fare il salto di qualità. Se non fosse stato possibile in questo campionato, sarebbe stato tentato nel prossimo. Dopo il girone d’andata, la constatazione che risalta è quella di una buona percentuale di possibilità. I ragazzi di Teodori sono in ballo per l’ambito quinto posto, ma nel girone di ritorno dovranno cambiare atteggiamento. La superficialità di approccio alla gara intravisto in alcune circostanze dovrà lasciare lo spazio all’intraprendenza. Il coraggio e l’agonismo dovranno essere la cornice di pubblico che li accompagnerà durante i match casalinghi e non. Questo per evitare di ripetere errori che hanno rallentato il cammino dei biancocelesti, seppur in maniera lieve. I diversi punti persi per strada li hanno collocati in una posizione di classifica bugiarda (quarti). Probabilmente con qualche accorgimento maggiore potevano essere a ridosso della capolista Futura 96. Comunque con le dovute accortezze, nulla resta intentato. Due settimane di lavoro per tornare in campo reattivi, mostrando che tra le tante pretendenti alla Promozione c’è anche il Porto d’Ascoli.

Ripercorriamo le tappe di questi primi tre mesi. Il 14 settembre prende il via la stagione, i ragazzi di Teodori hanno come primo incontro la Folignanese che battono di misura con Cecchini. Alla prima trasferta, la Castoranese li castiga con il più classico dei risultati (2-1) nonostante la rete di Del Toro. Ma tornati a casa è l’Azzurra Colli a subire lo spirito di rivincita del Porto d’Ascoli grazie ad una doppietta di Capecci. Un ottobre iniziato in salita, con il pareggio ad Amandola e la sconfitta con l’Acquasanta, e finito alla grande con due successi rispettivamente con Ripatransone e Vis Carassi. Da dimenticare novembre. Quattro gare con soli cinque punti racimolati, un periodo decisamente buio per Filipponi e compagni. Una vittoria in casa della Spinetolese, poi parità nel derby con il Piazza Immacolata e due sconfitte consecutive con la Futura 96 e la Stella, per terminare con un’altra gara in parità a Petritoli. Dicembre più clemente con due punti presi ad Offida ed Acquaviva, mentre in casa con il Monticelli ne giungono tre.

AVVERSARIO: Si riparte con la Folignanese in trasferta. Penultima in classifica, ha vinto una sola volta sul proprio terreno di gioco subendo tre sconfitte e ottenendo quattro pareggi. Fuori, sono state cinque le volte in cui è stata battuta rispetto ad una vittoria ed un pareggio. Quattordici le reti subite e nove quelle realizzate in casa mentre in trasferta appena tre i gol segnati contro gli undici presi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 97 volte, 1 oggi)