La Regione Marche, con legge 23/12/2003 n. 29 “Norme concernenti la vigilanza sull’attività edilizia nel territorio regionale”, ha stabilito, all’art. 4 comma 6, che “non si applicano nel territorio regionale le disposizioni di cui ai commi da 25 a 38 ed ai commi 40,41 e 43 dell’art. 32 del d.l. 269/2003” (la norma nazionale che istituisce il condono edilizio) “ad eccezione di quelle in materia di oblazione penale”.

Resta in vigore, in quanto materia di competenza statale, la parte riguardante la possibilità di estinguere il reato penale attraverso una domanda rivolta al Comune e il successivo pagamento di una somma

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 97 volte, 1 oggi)