Il caos politico generato dalle nomine ai vertici della sanità sambenedettese cresce di giorno in giorno. Anche oggi c’è da registrare un altro polemico intervento: è quello del sindaco Domenico Martinelli, che ha scelto di rispondere ‘per le rime’ al deputato e sindaco di Monteprandone, Orlando Ruggieri, che giusto ieri si era dichiarato ben felice di accettare le eventuali dimissioni del primo cittadino da presidente della Conferenza dei Sindaci: “Non ho mai avuto alcuna intenzione di rassegnare le dimissioni da presidente della Conferenza dei Sindaci. All’indomani delle nomine dei direttori di zona dell’ASUR, ho solo detto che, visto come sono andate le cose, non aveva alcun senso continuare a tenere in vita un organismo il cui parere è stato totalmente disatteso. Fu un’istintiva reazione a quello che continuo a ritenere un sopruso da parte della Regione, e come me la pensano tanti altri Sindaci, come si è visto nell’assemblea di ieri”.

Martinelli lancia una frecciata al deputato della Margherita: “Il parlamentare, che è anche Sindaco di Monteprandone, farebbe bene innanzitutto a partecipare alle assemblee dove sono in discussione quei temi che lui preferisce invece affrontare soltanto attraverso la stampa. Questi sono momenti in cui c’è bisogno di impegno sul campo – prosegue Martinelli – di lavorare per difendere la sanità del nostro territorio, e non continuare, come fa il parlamentare, a svolgere il ruolo del battitore libero che distribuisce voti a destra e a manca di cui nessuno sente la necessità”.

“Se poi, l’on. Ruggeri – conclude Martinelli – ritiene ‘oscura’ la vicenda delle nomine sanitarie, ha tutti i mezzi per fare piena luce: chieda informazioni ai suoi compagni di partito (ma lo sono ancora?) che siedono nel Consiglio e nella Giunta regionale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)