Scandurra e Zerbini, gemelli del gol in rossoblù, si sono ritrovati a Perugia, a disposizione di mister Cosmi. Riusciranno a ripetere anche in Umbria le gesta della Riviera delle Palme?

“A San Benedetto – spiega Zerbini – ho trascorso cinque mesi per me importantissimi. Dopo molto tempo ho potuto giocare con continuità, in un ambiente eccezionale, a partire dai tifosi per arrivare ai compagni e a mister Trillini”.

“Ho cominciato bene, poi, in coincidenza dell’assurda espulsione che ho ricevuto contro il Taranto, ho avuto un momento di appannamento, ma sono tornato a segnare nelle ultime partite”.

“Non sapevo nulla del mio trasferimento – assicura il “Barone Rosso” – fino alla partita di Coppa Italia contro il Teramo. Dopo quella gara alcuni amici tifosi di San Benedetto hanno cominciato a chiamarmi per sapere se era vero che sarei andato a Perugia. Ma tramite il mio procuratore non ho avuto alcuna consapevolezza di questa decisione fino a qualche giorno fa”.

“Devo dire ai tifosi che lunedì sera ho voluto giocare anche se avevo una contrattura muscolare. Ci tenevo a lasciarli nel migliore dei modi. E devo dire che ero frastornato durante la partita: io sono un emotivo e sentire i tifosi che mi chiedevano di non andarmene, prima della partita, mi ha provocato una certa emozione. Il rigore? Non so, nell’aria quella sera sentivo qualcosa di particolare”.

Per Zerbini è tempo di ringraziamenti: “Dall’allenatore ai miei compagni per arrivare alla gente di San Benedetto e ai suoi tifosi, voglio ringraziare tutti. Io quando segno un gol non capisco più niente e non potrò mai dimenticare le mie corse sotto la curva. Sono sensazioni che non dimenticherò mai, che porterò dentro sia in Serie A che in Serie D”.

“E’ stato bellissimo quando i ragazzi della Curva Nord mi hanno chiamato, dopo la partita con il Crotone, per salutarmi. Non me lo aspettavo”.

MERCATO. Cottini rientra nell’interesse del Verona ma potrebbe approdare al Perugia. Il Teramo è interessato a Gennari: con la squadra abruzzese non è improbabile lo scambio fra Gennari e Manca. Il Grosseto insegue Napolioni, la Viterbese Martusciello. Sul fronte degli arrivi, segnaliamo l’interesse della Samb, oltre che per Manca, anche per Sanetti del Teramo, Kanjengele e Sturba del Catania, Baciocchi dal Perugia, Pedotti dalla Reggiana e Ascenzi del Paternò (interessa al Perugia che potrebbe girarlo al Catania o alla Samb).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 380 volte, 1 oggi)