Non sappiamo se per scelta o perchè costretto, Trillini schiera una punta e mezzo, quindi ben cinque centrocampisti, contrariamente a come ci aveva abituato. Oltretutto, per tutta la gara il mister ha urlato a Bifini di stare attento al suo avversario diretto. Una tattica che non è bastata però a nascondere le pecche della difesa rossoblù (i gol subiti lo dimostrano chiaramente) che è andata in barca tutte le volte che il Crotone si è avvicinato all’area rossoblù.
Evidentemente, fino ad oggi, le grave pecche del reparto arretrato senza un uomo di esperienza (Franchi è out da tanto tempo) erano state coperte da un attacco super. Che succederà ora che, con un colpo solo, hanno lasciato la Samb gli autori di ben 20 gol? Probabilmente si andrà allo sfascio anche perchè ora, con i play off che si allontanano, difficilmente i Gaucci miglioreranno l’organico senza più la speranza di salire in serie B. Agli attuali proprietari non servono campionati di transizione quindi saranno costretti o a vendere o a mandare la squadra alla deriva. Certo che l’atteggiamento assunto da Alessandro Gaucci serve poco anche alla sua famiglia. Se si continua a smembrare la squadrai, i compratori, se ci sono, offriranno non molto di più di quanto spesero i Gaucci per ac quistar la. Siamo sì in ‘C1’ e non in ‘D’ ma allestire da zero una squadra competitiva in questa serie (senza settore giovanile e senza possedere tre squadre!), diventa impresa proibitiva economicamente per chiunque.
I sambenedettesi devono ora dimostrare che calcisticamente San Benedetto del tronto non è nè Viterbo nè Avezzano dove gli attuali dirigenti rossoblù hanno usato le stesse armi. Una recidività che li invitiamo a smentire subito in una piazza come la nostra. Quando il calcio era una cosa seria la Samb giocava in serie B mentre Perugia, per fare un esempio, militava nel limbo del calcio.
Contro il Crotone la Samb potrebbe iniziare in discesa ma Zerbini, solitamente implacabile, sbaglia un calcio di rigore tirando la palla fuori. Un brutto segnale anche perchè quattro minuti dopo il Crotone passa in vantaggio con un bel gol di Pagliarini. Un grande Bifini prima pareggia poi diventa ‘Rivera’ per l’accorrente Napolioni. Un vantaggio che la difesa rossoblù manda alle ortiche con la complicità del pur bravo arbitro Mazzoleni che oggi ha commesso un errore madornale (sul 2-1) non concedendo un rigore SACROSANTO per fallo in area sullo stesso Bifini. Poteva cambiare partita e campionato! peccato!
Cronaca
6′ Cross di Hilario con Bifini in spaccata che manda il pallone alle spalle di Dei, ma l’azione era stata bloccata per un fuorigioco. 14′ Tiro di Juric dai venti metri, Aprea devia in angolo l’insidioso pallone. 17′ Camillucci atterrato in area di rigore. Sul dischetto va Zerbini che tira alla sinistra di Dei, ma la palla termina sul fondo. 20′ Redavid è libero sulla fascia sinistra, centra in mezzo dove Pagliarini, indisturbato, può calciare di destro. Aprea non può nulla, 0-1; 22′ Ammonito Di Meglio per fallo su Hilario; 23′ Punizione calciata da Bifini dalla destra: la palla viene deviata dalla barriera e il pallone si insacca sul sette alla destra di Dei, 1-1; 39′ La difesa della Samb tagliata come burro da Pagliarini e Bertolini: quest’ultimo, dal limite dell’area di rigore, calcia un pallone a scendere che passa mezzo metro sopra la traversa di Aprea; 1 minuto di recupero. 2° TEMPO. 1′ Napolioni batte una punizione da circa venti metri, il pallone vien deviato dalla barriera e s’impenna ma stavolta Dei ha modo di deviarlo sopra la traversa; 7′ Contropiede di Zerbini, appoggia all’accorrente Bifini che si ferma, dribbla un difensore e lancia millimetricamente Napolioni il quale, solo davanti a Dei, lo supera con un leggero tocco di esterno destro; 10′ Ammonito Pagliarini per fallo su Camillucci; 20′ Pressing costante del Crotone, la Samb è chiusa nella propria area di rigore. I calabresi calciano una serie di corner consecutivi, ma la difesa della Samb tiene. 24′ Netto fallo da rigore su Zerbini, Mazzoleni chiude gli occhi. 29′ Crotone in pressing, Galardo stoppa il pallone al limite dell’area, si accentra dalla sinistra e calcia di destro: la palombella supera Aprea, un po’ fuori dai pali, e si infila all’incrocio dei pali, 2-2; 31′ La Samb accusa il colpo: Crotone pericolosissimo con Bertolini anticipato di testa da Cottini a porta sguarnita; 33′ Punizione per il Crotone, Porchia batte sulla barriera, sulla respinta raccoglie Vantaggiato che tira al volo da 25 metri, palla in fondo al sacco, 2-3. 4’ di recupero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 1 oggi)