Dire che i vari rappresentanti dei Partiti che lo
compongono vedono nero è poco e le prime parole del
dottor Mozzoni esplicitano in maniera chiara il parere di
tutti gli altri che abbiamo ascoltato in una improvvisata
‘tavola rotonda’ presso il Caffè Florian “Spero che i
sambenedettesi si ravvedano e facciano meglio alle
prossime elezioni…?

Settimio Capriotti: “San Benedetto sta regredendo,
basta ripercorrere il percorso quotidiano dell’attuale
Giunta per vedere quello che non ha fatto. In particolar
modo nella qualità della vita ma anche nell’ordinaria
amministrazione ha fatto poco o nulla che desse il
senso per far evolvere la città. Le proteste dei
commercianti per le difficoltà che hanno attraversato e
il calo del turismo denotano chiaramente che Martinelli
& C. non hanno idea di come risolvere i problemi. I
frequenti allagamenti per un po’ di pioggia, la chiusura
di via Mentana, la probabile cementificazione selvaggia
di collina e Sentina le altre ‘perle’ che stanno
distruggendo la nostra città?

Giovanni Gaspari: “2003 come 2002, non hanno
concluso nulla in due anni e mezzo di governo, anzi di
comando perché forse ritengono di aver preso voti per
comandare e non per governare. L’unica cosa che
hanno saputo fare è litigare tra loro, fate un sondaggio
sulla popolarità del Sindaco e vi accorgerete come la
pensano i cittadini? Lo interrompiamo per spingerlo a
sforzarsi di trovare almeno una cosa buona fatta
dall’attuale Giunta. Con la solita disponibilità l’ex vice
sindaco non si tira indietro e elenca in Piano Spiaggia
e Idea le uniche iniziative “ma con contenuti
bassissimi?, aggiunge subito. Mi fanno piacere le sue
ultime parole: “Abbiamo deciso, nonostante tutto, che
d’ora in poi, passeremo dalle proteste alle proposte (la
prima dimostrazione sono le 5 indicazioni sul piano di
spiaggia che potete leggere nella rubrica ‘altre notizie’,
in basso a destra ndr)?

Domenico Mozzoni: “Il loro Piano di spiaggia è
veramente insufficiente, si limita a concedere 5 metri in
più agli chalet, veramente poco come riforma.
Immaginate poi un grande albergo in zona Sentina con
una grande area umida davanti, ma vi pare una cosa
possibile? Fra poco la vita a San Benedetto si svolgerà
esclusivamente al centro con case dormitorio intorno?

Federico Olivieri: “Sono veramente preoccupato per la
politica adottata dalla maggioranza. L’interesse privato
sta nettamente prevaricando quello pubblico, vedi
Piano Idea. Auguri a tutta la città che merita
un’Amministrazione più efficiente?

Libero Cipolloni: “I nostri Prusst erano una
cementificazione ragionata e mirata a impianti sportivi
di prim’ordine. Il Piano Idea è senza… idee.?

Nino Capriotti: “Condivido che la città soffre in tutti i
settori e lo faremo capire nel 2004 con risposte
politiche concrete?

E’ per il sottoscritto un’occasione d’oro per conoscere il
parere dell’Ulivo sulla delicata situazione che sta
attraversando la Sambenedettese Calcio. E’ Nino
Capriotti a rispondere per tutti: l’azionariato popolare è
l’unica soluzione e nei prossimi giorni metteremo in
pratica (lo abbiamo già fatto in Consiglio comunale) il
nostro programma. Fosse la volta buona, se non altro
perché riavvicinerebbe i sambenedettesi alla squadra
come accadeva fino a 15 anni fa. La Samb è un bene
da proteggere e bisogna fare il massimo per restituirla
alla città. Sono tutti d’accordo meno Mauro Calvaresi e
Palmiro Merli che non ritengono la Samb
indispensabile per contribuire a risollevare la città.

NAZZARENO PEROTTI

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.985 volte, 1 oggi)