“Riguardo ai PRUSST, questi erano utilizzati dalla passata amministrazione proprio in alternativa al Piano Regolatore. La Lista Calvaresi pose al centro della città l’esigenza del PRG, giustamente. Abbiamo sdoppiato il PRG con il Piano Idea perché questo è un modello che esiste in tutta Europa e che negli ultimi anni si è affermato in Italia. Con il vecchio metodo San Benedetto ci mise venti anni per rinnovare il Piano Regolatore, Ascoli ce ne ha messi sette e Fermo ci sta provando da sei anni.”

“Il PRG di San Benedetto inoltre costa poco in confronto a quello di Ascoli e di Fermo, che sono costati due miliardi di lire”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 110 volte, 1 oggi)