Abbiamo esortato i tifosi a non inveire troppo contro la famiglia Gaucci, per ridare serenità all’ambiente sportivo sambenedettese e concentrarsi, fin da ora, sul “dopo-Gaucci”, sperando che un atteggiamento positivo dei tifosi possa invogliare quegli imprenditori, locali e non, al momento titubanti, all’acquisto della Samb.

Ma Luciano Gaucci, improvvisamente, si è ricordato di essere proprietario della Samb. «Non vogliono la Sambenedettese in B», ha dichiarato oggi alla “Gazzetta dello Sport” (due articoli, uno che cominciava in prima pagina e riportava anche il nome della Samb). La famiglia Gaucci sta sistemando il materiale relativo alle partite di Perugia (11 partite senza vittorie in Serie A), Catania e Samb (sette partite senza vittorie in C1).

Secondo Gaucci, alla base di questi risultati vi è un disegno oscuro dei Palazzi del calcio, che vogliono così vendicarsi del caos originato dal “caso Catania” questa estate, costringendo la Lega Calcio a disegnare una B a 24 squadre. Gaucci ha contattato, per ora, le procure di Perugia, Catania e Torino (quest’ultima perché «voglio che di questo caso si occupi Guariniello, un magistrato serio, al di sopra delle parti»).

Ma attenzione: sulla base del nuovo regolamento le squadre che ricorrono alla giustizia ordinaria per dirimere questioni attinenti allo sport rischiano un minimo di tre punti di penalizzazione, più eventuali altre penalizzazioni se il ricorrente, dopo la diffida, persiste in questa sua azione.

CONVENZIONE STADIO. Il Consiglio Comunale gioca in contropiede: ha approvato la famosa convenzione in base alla quale il Comune di San Benedetto si impegna a devolvere 100.000 euro anni alla Samb Calcio in cambio della gestione del complesso del “Riviera delle Palme”. Con alcune clausole però: a) che la Samb resti in C1; b) che negli stadi di Perugia e Catania si faccia pubblicità a San Benedetto. Ci fermiamo qui…Ieri intanto, al termine del Consiglio Comunale, una ventina di tifosi ha chiesto chiarimenti al Sindaco Martinelli a proposito della situazione che si è creata attorno alla Samb.

AMA-L’AQUILONE. La Samb, intanto, si allenerà, da qui al termine del campionato, negli impianti della cooperativa Ama-L’Aquilone di Spinetoli. La Samb oggi ha ripreso gli allenamenti: Maury e Petterini non si sono allenati a causa di un leggero stato influenzale.

ARBITRO. Dirigerà l’incontro Samb-Chieti il signor Caristia di Siracusa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)