Pasquale Bergamaschi (Il Resto del Carlino): “Per
l’ennesima volta Trillini non ha capito niente! Mettendo
Martusciello a centro della difesa ha tolto quel pizzico di
esperienza necessaria al centrocampo. Non sappiamo
perché Napolioni è rimasto in panchina: speriamo che
il motivo sia fisico, perché altrimenti sarebbe una
decisione incomprensibile. Dopo l’1-0 Zerbini ha
sbagliato un gol clamoroso e subito dopo, al
novantunesimo, siamo stati puniti. Questa squadra ha
paura di vincere, c’è un blocco psicologico
inspiegabile. Ad esempio, il rigore provocato da Aprea
non ha ragione di essere, Fioravanti non sarebbe mai
riuscito a toccare il pallone, bastava una finta del
portiere e tutto si sarebbe risolto. La Samb non è
tranquilla: con il potenziale che abbiamo dovevamo
venire qui e vincere, invece L’Aquila ci ha messo sotto
e ha creato sette/otto palle gol?.

Sandro Benigni (Radio Azzurra): “La Samb non
avrebbe meritato la vittoria ma non sempre nel calcio si
può vincere meritando. La Samb doveva venire qui per
vincere, forse serviva un avvenimento più
spregiudicato. C’è qualcosa che non va nella
testa, pensiamo ad un giocatore come Esposito che si
fa cacciare per un fallo del genere. La squadra non è
serena: il silenzio stampa non aiuta, e qui lo chiedo
chiaramente. La colpa di questa situazione non è della
stampa!”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 154 volte, 1 oggi)