OFFIDA: Simonetti, Massi, Sassini, Pasquali (46′ Pasqualini), Luzi, Spina G, Volponi, Spina A (81′ Celestini), Vespa, De Marco, Di Salvatore (Paolini, Maroni, D’Angelo, Silvestrini, Almonti) All. Deogratias
P.D’ASCOLI: Filipponi Simone, Sansoni R, Gaetani (86′ Sansoni P), Palanca, Mestichelli, Marconi (86′ Alfonsi), Filipponi Sergio, Marconi Sciarroni, Cecchini (71′ Massaroni), Del Toro (Amabili, Nannuzzi, Giorgini, Ciribè) All. Teodori
ARBITRO: Ascani di Fermo
Descrivere la gara Offida-Porto d’Ascoli lo si fa con un aggettivo ricco d’immaginazione nella sua etimologia: rocambolesco. Vuoi per il doppio vantaggio con cui i ragazzi di Teodori hanno chiuso il primo tempo, vuoi la facilità con cui si sono fatti superare (sono bastati 6 minuti) e vuoi il pugno dell’equità di Luzi con cui hanno pareggiato. Un susseguirsi di stati d’animo altalenanti, dalla gioia per la quasi vittoria alla rabbia per il pareggio ottenuto. Il Porto d’Ascoli ha conosciuto un contraccolpo psicologico in quei sei minuti, poi si sono rimessi in careggiata per recuperare ma i continui falli offidani non lo permettevano. Fino a che una manna dal cielo ha evitato una immeritata sconfitta. Il pareggio scontenta Filipponi e company, tuttavia date le circostanze in cui è avvenuto è da ritenersi positivo. L’arbitro ha sorvolato su un evidente fallo da rigore al 9′ ai danni di Marconi Sciarroni, spintonato da due avversari. Poi è lo stesso attaccante che al volo manda un pallone di poco alto ma al 38′ taglia per Del Toro il cui tocco vellutato finisce nel sette. Al 54′ Marconi batte da posizione defilata una punizione che si infila sul primo palo all’incrocio. Il tris dell’Offida arriva al 53′, su calcio piazzato Luzi devia in rete. Di seguito è Spina a calciare dalla distanza con la palla che si stampa sulla traversa, giunge Di Salvatore che di testa accompagna in rete. Poi sempre su punizione Di Salvatore, lasciato solo sulla destra in area, ha la facoltà di tirare e spedire la terza rete nell’angolino basso alla sinistra di Filipponi. Al 67′ Mestichelli prova un rasoterra ribattuto da Simonetti di piedi. Contropiede dell’Offida con De Marco fermato da Marconi il quale, però, si complica la vita nel rinviare. Filipponi esce, aiutato ddai suoi compagni di reparto, allontana il pallone. Per farsi perdonare Marconi tenta in due circostanze di stampare sotto il palo lontano la rete del pareggio, il pallone esce di poco. Al 90′ Luzi in area rinvia di pugno, l’arbitro vede e concede il penalty. Sul dischetto va Marconi Sciarroni che non sbaglia. Un minuto dopo si accentra in area, il tiro esce di poco a lato.
FILIPPONI SIMONE 6 gol a parte, poco impegnato
SANSONI R-CAPECCI-PALANCA 6 un primo tempo in cui avrebbero meritato un 7 per la semplicità di difesa. Sono bastati 6 minuti per sgualcire l’operato. Si riprendono subito con dignità
GAETANI 6 gioca in una posizione a lui non congeniale
MESTICHELLI 6 sarebbe servita più spinta specie nella ripresa
MARCONI 6 una complicanza nel controllo palla ha sminuito la sua prodezza su punizione
FILIPPONI SERGIO 6.5 lottatore fino alla fine
MARCONI SCIARRONI 6.5 ha provato in tutti i modi a seganre. Ce l’ha fatta al 90′ su calcio di rigore
CECCHINI 6 avrebbe dovuto appoggiare di più le punte
DEL TORO 6.5 gran gol. Si smarca con eleganti colpi di tacco non sempre efficienti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 285 volte, 1 oggi)