La manovra economica del governo Berlusconi conferma l’incremento dei canoni demaniali del 300%, e allora i concessionari di spiaggia di San Benedetto scelgono la forma della protesta eclatante: sabato prossimo è in programma una manifestazione addirittura ad Ascoli Piceno, nella centralissima e rinomata Piazza del Popolo: ombrelloni, sdraio, lettini, per allestire qualche sketch che attiri l’attenzione dei passanti ma anche della Provincia di Ascoli e dello stesso comune capoluogo. «È una protesta simbolica – afferma il presidente provinciale della FIBA Giuseppe Ricci – che però abbiamo deciso di svolgere ad Ascoli poiché i nostri principali clienti vengono da questa città: gli aumenti potrebbero ripercuotersi maggiormente sulle loro spalle».

L’incremento del canone, infatti, farà aumentare del 15-20% il costo dell’affitto di sdraio, lettini e ombrelloni, con ripesanti ricadute sulle tasche dei villeggianti, che a quel punto potrebbero decidere di spendere meno per la vacanza. E il turismo locale non ne trarrebbe sicuramente vantaggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 131 volte, 1 oggi)