Riportiamo di seguito la convenzione tra il Perugia Calcio e il Comune di Perugia riguardo lo stadio Curi di Perugia, ceduto per ottanta anni ai grifoni, in cambio di 250.000 euro annui. Per il resto, il progetto presentato dall’Ing. Regni ricalca in qualche modo la bozza consegnata al Comune di San Benedetto: almeno nella forma, ma non soltanto, il progetto si compone anch’esso di quattro stralci funzionali, come nel progetto che fu presentato al Comune di San Benedetto. Crediamo che questo articolo potrà essere di qualche interesse per i nostri lettori soprattutto leggendo le date di due avvenimenti importanti: la firma della convenzione perlo stadio Curi risale al 17 di ottobre. Quindici giorni dopo, a seguito della prima contestazione in quattro anni di dirigenza, la famiglia Gaucci non ci ha pensato due volte ad annunciare la vendita della Samb. Un semplice caso? Ad ogni modo, riguardo i movimenti societari, si starebbe costituendo un poule di imprenditori pronti a rilevare la Samb, intenzionati a subentrare alla famiglia Gaucci prima di Natale. In questo gruppo non sembra rientrare l’imprenditore reggiano Giuseppe Ruggieri.

17.10.2003
LA CONVENZIONE TRA A.C. PERUGIA E COMUNE

Durerà 80 anni e prevede tutta una serie di opere legate sia agli aspetti dell’impiantistica sportiva e del settore economico e commerciale da mettere a punto con progetti mirati.

Nel corso di un affollata conferenza stampa svoltasi nella “Sala Rossa? di Palazzo dei Priori è stata presentata e firmata la convenzione che vede la storica svolta del passaggio, in concessione ottantennale dello stadio “Curi? dal Comune al Perugia Calcio. Il contratto sottoscritto per il Perugia dall’Amministratore Delegato Alessandro Gaucci prevede tutta una serie di opere legate sia agli aspetti dell’impiantistica sportiva con la primaria messa a norma dello Stadio “Curi? (entro 3 anni sarà completamente coperto e tutti i posti comprese le curve, permetteranno agli spettatori di seguire la partita seduti) e del settore economico e commerciale da mettere a punto con progetti mirati. Alessandro Gaucci ha altresì annunciato che martedì della prossima settimana ci sarà a Roma un incontro con il Presidente e i dirigenti dell’Istituto per il Credito Sportivo ed il Sindaco di Perugia, per meglio definire gli interventi finanziari, che, dovrebbero permettere allo Stadio “Curi? di Perugia un nuovo Look tale da candidarlo ad una delle sedi dell’Europeo del 2012, se questa manifestazione verrà assegnata all’Italia. L’assessore allo sport Dott. Sauro Cristofani ha ripercorso le tappe che hanno portato alla firma di questa intesa, “fortemente voluta? dalla famiglia Gaucci – ha detto – ed anche nei momenti difficili, quando sulla strada della convenzione sono sorte difficoltà, tutto si è superato per la massima disponibilità delle parti a trovare un intesa. Cristofani ha confermato il contributo annuale per ogni anno di concessione di 250.000,00 € che il Comune verserà nelle casse del Perugia al quale spetterà la totale e completa manutenzione dello Stadio e degli impianti. “Entro gennaio l’amministrazione comunale ultimerà i lavori in corso (rifacimento della recinzione e installazione di un pannello di protezione dall’avversità atmosferiche alle spalle della tribuna stampa). Alessandro Gaucci ha raccontato che in queste ore che hanno preceduto l’incontro stampa ha ricevuto i complimenti e i consensi di tutti i presidenti delle società calcistiche riuniti a Milano per l’assemblea di Lega e ciò perché la convenzione con il Comune di Perugia rappresenta per il suo anticipare i tempi, un atto di straordinario rilievo. I meriti della felice conclusione di questa lunga trattativa Alessandro Gaucci li ha voluti dividere con il Dott. Ing. Roberto Regni Direttore Organizzativo del Perugia Calcio e con tutti gli architetti e tecnici degli uffici comunali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 200 volte, 1 oggi)