Prestazione grintosa e determinata dei rossoblù contro un grande Catanzaro.

APREA 6: nel primo tempo non compie interventi di rilievo. Si fa male alla caviglia (distorsione) e deve lasciare spazio a Mancini nella ripresa.

MANCINI 6,5: un’altra prestazione gagliarda del secondo portiere. Nella ripresa esce da campione su Toledo lanciato a rete, ed effettua una serie di uscite decisive sugli assist del Catanzaro.

COTTINI 6,5: solita prestazione all’altezza del gigante difensivo. Nella ripresa chiude tutti i varchi, con le buone o con le cattive..

MANNI 5,5: non capiamo perchè sia stato espulso. Tuttavia in questo inizio di stagione Massimiliano non è ancora ai livelli a cui ci ha abituato lo scorso anno..

MAURY 6,5: si conferma una certezza difensiva. Tranquillo e mai in apprensione, limita le incursioni di Corona al quale, dopo uno scoppiettante avvio, non viene concesso nessuno spazio..

NAPOLIONI 6,5: grande cuore del centrocampo. Corre e tampona, ma rilancia alla grande l’azione almeno quando la Samb resta in undici..

HILARIO 6,5: nuovamente impiegato come terzino destro, dimostra, in questa posizione, di avere delle buoni doti, che invece faticano a comparire quando gioca come centrocampista di fascia..

SCANDURRA 6,5: gioca una gara votata al sacrificio, ma va ricordata una serpentina nel primo tempo e un assist per Bifini nella ripresa..

CAMILLUCCI 6,5: si batte come un leone e il contachilometri va su di giri. Arriva agli ultimi minuti di gioco sfinito: classicco giocatore generoso che non uscirà mai dal campo con la maglia asciutta. Bravo..

ZERBINI n.g.: viene sostituito e il pubblico inveisce contro Trillini.

PETTERINI 6,5: ad inizio stagione lo avevamo criticato, anche perchè nel ruolo di esterno di centrocampo ci aveva deluso. Come Hilario, schierato come terzino, garantisce invece un discreto apporto, oltre che un notevole dinamismo data la giovane età.

MARTUSCIELLO 6,5: al pari di Napolioni e Camillucci gioca con il cuore in mano. Qualche rilancio impreciso. Sfiora il gol nel finale..

BIFINI 6,5: esce fuori alla distanza. Nel secondo tempo, più che le doti tecniche, fa ricorso alla grinta. A volte, però, dovrebbe velocizzare l’azione..

GENNARI n.g.: entra nel finale per dar manforte al centrocampo..

TRILLINI 5,5: il pubblico lo becca per entrambe le sostituzioni. Ma la seconda è giusta, perchè nel finale serviva un uomo che aiutasse un centrocampo spremuto come quello della Samb. Avremmo invece lasciato Zerbini nel primo tempo, perchè le due punte della Samb avrebbero rappresentato un pericolo costante per la difesa del Catanzaro. La Samb comunque si è difesa bene grazie al tanto cuore dei suoi giocatori, anche se in pratica i rossoblù, nell’arco di tutta la partita, non ha mai tirato in porta. La panchina del tecnico è a rischio di esonero.

Giudizio arbitro: 5

Il signor Velotto non ha sbagliato in modo grave ma spesso sì. Molote sue decisione sono stgate cervellotiche ma anche ingiuste visto che con Corona non si è usato lo stesso metro usato per Manni. E’ apparso anche abbastanza indeciso.

Giudizio avversario: 5,5

Forse vincerà il campionato perchè è più forte della Viterbese che è ancora prima ma oggi ha sprecato una buona occasione (senza nulla togliere al grande cuore messo in campo dalla Samb) per diventare momentanea capolista. Ci sembra che abbia tutto meno quel cinismo spesso indispensabile per vincere il campionato. E’ l’unica notizia buona per la Samb se dovesse rimettersi in carregiata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 237 volte, 1 oggi)