Dal tifoso Maurizio riceviamo e pubblichiamo:

Egregio Sig. Flammini,

ritengo assolutamente ininfluente il fatto che la Samb non si alleni al
Riviera, e le spiego il perchè.
Tutte le società che hanno un minimo di organizzazione NON si allenano sul
terreno dove poi disputano le gare ufficiali, MILAN, INTER, JUVE, ROMA e
senza voler andare tanto lontano l’Ascoli, che si allena a Castel di Lama
in un mini campo vicino al Tronto, la Fermana a Pedaso, queste squadre
vincono e perdono come tutte le altre.
Concludendo, se è vero come si dice che la morte vuole la scusa, bisogna
secondo me trovarne un’altra agli insuccessi della Samb. Vogliamo parlare
di stipendi non pagati ? Di una proprietà che non viene da tempo immemore
e si vede solamente in televisione a fare cabaret ?Di un modulo di gioco
non adatto agli uomini a disposizione ? Di un organico nettamente inferiore
a quello dello scorso anno ? (Hilario avrebbe fatto la tribuna non il
titolare) Di arbitri che vengono al Riviera a fare i fenomeni e
protagonisti approfittando della estrema sicurezza in cui operano ? (il
gurdialinee della tribuna ovest non ha il pubblico dietro le spalle). Di un
pubblico eccezionale ma che se dopo 5 minuti sbagli un passaggio ti
seppelisce di critiche ? (esclusa la curva). Di un allenatore che senza
offesa per nessuno ha allenato solo squadre di dilettanti senza sapere che
significa avere a che fare con 5000 spettatori e 5-6 testate giornalistiche
Bisogna secondo me, cercare fra questi i motivi del flop attuale, e non nel
ciuffo d’erba diverso dal solito (quando c’è).

Cordiali saluti e comunque SEMPRE FORZA SAMB

Maurizio

Caro Maurizio, sono d’accordo con te in quasi tutto ciò che hai scritto. Ho sentito l’esigenza di scrivere l’articolo in questione perché stimolato da un tifoso che, secondo me, non sbagliava. È vero (e lo sapevo) che ci sono squadre di altissimo livello che non si allenano nel proprio campo. Ma è indubbio che allenarsi sul campo dove poi si gioca la domenica è un vantaggio, soprattutto quando il prato o le dimensioni del prato non sono regolari. La Samb sarebbe stata quella che è stata senza il Ballarin? È solo un esempio. Certamente le tre sconfitte casalinghe non sono colpa dei “ciuffi d’erba diversi dal solito”: ma perché rinunciare a questo piccolo vantaggio? Lo scorso anno la Samb, quando poteva, si allenava fino al sabato al “Riviera”: non era sbagliato.

Grazie

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 106 volte, 1 oggi)