Il day after di Samb-Benevento non si è chiuso. Mai così attesa è stata la ripresa degli allenamenti. Diversi i tifosi che hanno aspettato l’arrivo dei giocatori, non per i fischi ma per i chiarimenti. I capi ultrà, intorno alle 15, sono entrati negli spogliatoi del “Riviera? insieme ai giocatori per un lungo e pacifico colloquio chiarificatore. Più di un’ora di parole, tanti temi toccati ma la serenità nel volto dei supporters rossoblu ce n’è poca. Poca voglia di parlare, l’intimità di quei discorsi resta tra le mura dello stadio. Ma non è finita qui. I tifosi si sono diretti successivamente in segreteria per discutere con la dirigenza di quanto sta accadendo intorno alla Samb come società. Il rincuoro che speravano di attendere non è giunto. Tutti hanno una loro versione ben lontana dalla verità. Ciò non può che infastidire gli ultras, tuttavia l’amore che nutrono per i colori rossoblu non finirà mai di esistere. Lo dimostrano Tolentino e Fermo, le prossime tappe di Coppa Italia e dell’undicesima di campionato, uniti per sostenere la squadra.

Intanto Franchi ha fatto la risonanza magnetica, domani mattina l’esito. Durante l’allenamento Gennari ha lavorato a parte, corsa per lui. La caviglia sta meglio. Anche Esposito ha fatto qualche giro di corsa, ma niente più. Scandurra ha lasciato l’allenamento anzitempo per via di una contrattura all’inguine. Domenica c’erano state parecchie volte in cui il giocatore si è toccato la parte superiore della coscia. Per Tolentino i convocati si sapranno domani mattina. Comunque nella partitella d’allenamento, Trillini ha schierato con le pettorine arancio la formazione tipo e con le pettorine verdi le giovani riserve inclusi Napolioni e Cottini. I due potrebbero giocare in Coppa visto che salteranno il derby di domenica con la Fermana per squalifica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 366 volte, 1 oggi)