Sei reti per divertire il pubblico
Foggia-Benevento è stata la classica partita che non ti annoieresti mai di rivedere. Sei reti, tre per parte, che non sono riuscite a tenere cucite le bocche di entrambe le tifoserie. Un continuo agitarsi tra vantaggi e pareggi che hanno costellato tutti i 90 minuti. E pensare che i padroni di casa del Foggia erano passati in vantaggio con Grieco a soli cinque minuti dal fischio d’inizio, raddoppiando poco dopo con Mariniello. Un 2-0 a cui il Benevento non poteva stare, perciò da correre subito ai ripari. Così è stato, Molino ha accorciato le distanze su calcio di rigore sul finire del primi 45 minuti di gioco. Sulla scia di quel penalty è stato il Benevento a sfiorare la vittoria prima pareggiando con Di Nardo poi portandosi in vantaggio con Cerchia. La gioia è durata solo 60 secondi, il Foggia ha riacciuffato il risultato con Da Silva. Un punto ciascuno per non scontentare sia la brillantezza dei foggiani sia la determinazione del Benevento.

Spatola contento a metà
A caldo, dopo l’incredibile 3-3, il presidente del Benevento Spatola è contenuto nelle parole. Riesce a dosare, quanto basta, quel misto di gioia per la grande reazione dei suoi a quel rammarico per non essere riuscito a strppar via dallo “Zaccheria” i tre punti. Spera, comunque, di non dover più vedere la sua squadra partire svantaggiata per ottenere una grande prova ma vederla determinata e reattiva sin dal fischio iniziale del direttore di gara.

Molino, 90 minuti di contestazione
Si può capire che gli “ex” lascino sempre qualche rancore tra la tifoseria, si può capire che gli “ex” siano ogni tanto presi di mira da qualche fisschio, ma non si può capire che siano contestati per tutta la gara. E’ quanto è successo a Molino, attaccante del Benevento ed “ex” Foggia. Ogni palla toccata e giù via cori, insulti e fischi. Ma l’attaccante campano ha messo para occhi e para orecchie proseguendo in mezzo al rettangolo verde, il risultato? Ha segnato un gol su calcio di rigore. Una bella risposta a tutte le offese vaganti nell’area dello stadio. Al termine dell’incontro, fuori dallo stadio, un ostinato gruppo di ultrà foggiani, voleva scambiare “quattro chiacchiere” con Molino. Sono stati deluisi, perchè l’attaccante è uscito scortato dalle forze dell’ordine ben lontano da chi ancora non si era stancato di fischiarlo.

Benevento in campo
Mister Di Costanzo potrebbe risparmiare Martino nella trasferta di San Benedetto. Il giocatore è uscito anzitempo dal terreno di gioco (correva il minuto 80) nell’ultima giornata di campionato giocata contro il Foggia, uno scontro con Pellicori e la frattura del setto nasale. Martino è stato poi trasportato al policlinico foggiano per accertamenti. Non si esclude, tuttavia, una sua presenza con indosso la maschera protettiva. Il tecnico dei sanniti può certamente contare sul rientrante Tchangai, fermato la scorsa settimana dal giudice sportivo. L’arbitro di Samb-Benevento sarà il signor Zanzi di Lugo Romagna. Ha già arbitrato i sanniti nella seconda gara di campionato contro la Fermana, finita a reti inviolate (0-0). Intanto mercoledì 5 (andata) e 19 novembre (ritorno), il Benevento giocherà il secondo turno di Coppa Italia.

Benevento e numeri
Dopo nove giornate di campionato, il Benevento si trova a quota 12 punti (in compagnia di Crotone e Foggia) in decima posizione. Soltanto due le vittorie, una in casa contro il Paternò (ottava giornata 1-0) e una fuori contro il Sora (all’esordio stagionale 0-1). Registra una sola sconfitta patita sul proprio terreno di gioco con la capolista Viterbese (quarta giornata 0-1). In trasferta è ancora imbattuta, si contano quattro pareggi con Catanzaro (terza giornata 2-2), Giulianova (quinta giornata 0-0), Taranto (settima giornata 2-2) e Foggia (nona giornata 3-3). Due sono i pareggi casalinghi rispettivamente con Fermana (seconda giornata 0-0) e Vis Pesaro (sesta giornata 1-1). Debole in fatto di segnature davanti ai propri tifosi, appena due reti siglate pari a quelle subite. Fuori è più audace con otto centri realizzati e sette incassati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 275 volte, 1 oggi)