La Viterbese e il suo bollente primato

Come ogni prima della classe che si rispetti, il difetto è dietro “l’angolo”. La Viterbese, in terra sicula, fa bottino pieno di punti e di polemiche. Una gara che ha visto i laziali impegnarsi sufficientemente nella prima frazione di gioco e trovare il successo nella ripresa. Un episodio, lo 0-1, frutto di agonismo e anche di fortuna. E pensare che gli avversari dell’Acireale avevano fatto tremare quelli della Viterbese con una traversa colpita da Delle Vedove. Invece i giallo-blu hanno trovato una contestata via del gol. Il segnalinee sbandiera un calcio d’angolo quando l’Acireale protesta poichè il pallone, secondo loro, non è uscito. Da qui ne nasce il successo della Viterbese. Il seguito vede l’espulsione del tecnico e del portiere Polito dell’Acireale. Quest’ultimo, nell’accingersi anzi tempo sotto la doccia, è stato costretto ad alcuni punti di sutura in seguito ad pugno dato ad una vetrata per la rabbia.

Ladri ? No,bravi

Angolo non angolo, questo è il problema. Un dilemma che ha acceso la sala stampa dello stadio dell’Acireale al termine dell’incontro con la Viterbese. Tante polemiche da parte degli addetti ai lavori locali a cui il tecnico dei gialloblu Carboni risponde con un “non abbiamo rubato nulla”. Ha poi proseguito “qui non stiamo parlando di un rigore, ma di una valutazione di un segnalinee che ha visto la palla fuori. Dal corner è venuto il gol ? Vuol dire che Santoruvo è stato bravo. Un pareggio sarebbe stato più giusto, ma non potete accusarci di aver rubato la partita”. Diverse frecciatine captabili nelle parole del tecnico dell’Acireale Costantini “se questa Viterbese è prima in classifica dico che noi possiamo fare un grande campionato. Non parlo di episodi nè di valutazioni arbitrali, posso solo dire di poter dormire tranquillamente questa sera, non so se altrettanto potrà fare Carboni”.

Si vince ma non si ruba

Dopo il polemico dopo-partita contro l’Acireale, il tecnico della Viterbese Carboni chiarisce l’episodio una volta per tutte “non abbiamo rubato nulla, l’arbitro non ci ha mica concesso un rigore che non c’era, solo un calcio d’angolo”. Chiusa la pratica, la testa torna ad incentrarsi sul prossimo avversario ovvero la Samb. Elogi a Santoruvo,definendolo uno dei migliori attaccanti del girone e a Frau. Poi il mister dei gialloblu precisa “ho un gruppo di giocatori tutti titolari, quindi…”.

Favo, il mago della Viterbese

Lo aveva pronosticato ed è accaduto. La Viterbese ha battutto, seppur di misura, l’Acireale consolidando il primato in classifica. Il centrocampista gialloblu, Favo, si è improvvisato mago della situazione (scherzosamente parlando). Contro la Samb non fa una vera e propria previsione “dico solo di essere ottimista. Sul campo vedremo chi la spunterà. Sarà una partita tosta contro una squadra che verrà qui per cancellare il passo falso di domenica contro il Sora. Li aspettiamo con la solita tranquillità di chi è pronto a dare tutto per vincere”. A chi dice di una Viterbese meteora, Favo risponde con i fatti “parlano i numeri e i risultati. La parola degli altri ci caricano e ci danno convinzione, prendiamo pochi gol e ne facciamo parecchi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 1 oggi)