Il caso RO.MA. (centro commerciale), l’imponente debito pubblico, l’equivoco Rifondazione Comunista, il cattivo rapporto ASL-Comune , la totale mancanza dell’Amministrazione nei confronti delle associazioni, la mancata attivazione dell’iter per la redazione del PRG e l’incuria in cui sono state lasciate le periferie…….. si potrebbe continuare all’infinito, infatti sono solo alcuni esempi delle carenze della passata Amministrazione.

Ma non credo che la politica del rinfacciarsi le cose sia utile a risolvere i problemi (che pur ci sono) La nostra è fondamentalmente una amministrazione giovane che ha bisogno di produrre, accanto all’entusiasmo quella buona dose di esperienza che nel corso di questi primi due anni ha sicuramente assimilato.

Infatti l’unica cura per l’acne è purtroppo la vecchiaia.

Abbiamo ricevuto la fiducia della gente promettendo quello che in effetti abbiamo mantenuto o stiamo facendo; una formula tanto semplice quanto irrinunciabile: contenimento delle spese – mantenimento dei servizi con miglioramento degli stessi e con oculati risparmi dotare la città di nuove opportunità, un percorso non facile che fa rischiare l’impopolarità ma che segue una linea decisa di discontinuità con la passata gestione.

Governare con serietà e acume da buon padre di famiglia e ridurre drasticamente il debito che ogni cittadino si ritrovava sulla testa, il tutto senza penalizzare nessuno, anzi con miglioramenti e nuovi servizi.

I giudizi, a mio parere, un po’ esagerati che l’ex Assessore DS Troli dà dell’Amministrazione Martinelli, sembrano più un pretesto per accendere un dibattito all’interno della sua area politica che non un’analisi che aiuti a risolvere le presunte anomalie, non vi si legge infatti nessuna proposta che segua le sue critiche (e questo autorizza a pensare che siano esse strumentali).

Con questo voglio dire che nessuno della nostra coalizione crede di essere il migliore degli Amministratori, ma una cosa è certa, c’è un impegno quotidiano e una passione che alla fine saranno premiati.

Per usare una metafora calcistica “abbiamo fatto una preparazione per vincere il campionato e non per partire sparati illudendo le persone, per poi retrocedere nella inaffidabilità e nel mancato rispetto dei programmi?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 339 volte, 1 oggi)