P. D’ASCOLI: Filipponi Simone, Nannuzzi, Sansoni (80′ Bruni), Giorgini, Alfonsi, Palanca, Mestichelli, Filipponi Sergio, Marconi Sciarroni, Marconi Simone (76′ Straccia), Gaetani (Amabili, Olivieri, Ciribè) All. Teodori
ACQUASANTA: Del Giovine, Bolla, Spurio, Airini, Amatucci, Bonopane (66′ Simonetti), Palmioli, Brandimarti, Capponi (87′ Spalazzi), Cannellini, Marini (93′ Gagliardi) (Faustini, Ciotti, Sabatini) All.Tocchi
ARBITRO: Galli di Ascoli Piceno
Nella quinta puntata del campionato, sulla scena del film due protgoniste di forte blasone, il Porto d’Ascoli e l’Acquasanta. Entrambe vogliose di accaparrarsi l’oscar dei tre punti. L’inappellabile giudice, ovvero il campo, ha deciso che la performance è stata vinta dalla squadra di mister Tocchi. Ai ragazzi di Teodori è stata data la determinazione e il non abbassare mai la guardia come permio di consolazione. La gara è stata viva a tratti ma molto combattuta. Il centrocampo è stata la meta preferita, la fase di studio primordiale. La classica gara dove il singolo episodio poteva fare la differenza. Così è stato, al 74′ il neo entrato Simonetti ha ricevuto palla da Cannellini, il tiro e la rete della vittoria. Ed è stato allora che i ragazzi di Teodori non hanno perso la testa ma hanno espresso tutta la loro determinazione in un forcing che non è servito a pareggiare. Una triangolazione sfotunata per il Porto d’Ascoli, protagonista Marconi Sciarroni che ha passato all’indietro per Giorgini che ha crossato verso Filipponi Sergio. Quest’ultimo ha perso l’attimo, invece di calciare in rete ha messo la palla direttamente nelle mani di Del Giovine. Tutto sommato una gara equilibrata, grandi lotte a centrocampo per il recupero della palla e tanto impegno per le costruzioni delle manovre. Un plauso va alla squadra di Teodori che, seppur in formazione ampiamente rimaneggiata, è stata all’altezza dell’incontro concedendo all’avversario davvero molto poco. La gara l’hanno giocata a viso aperto, consapevoli dei propri mezzi senza timore. I complimenti quando si perde non fanno rumore, sono comunque importanti per la crescita del gruppo.
FILIPPONI SIMONE 6.5 gol a parte, si fa trovare sempre puntuale
NANNUZZI-SANSONI-ALFONSI 7 la difesa ha dimostrato di essere non solo importante ma indispensabile. E’ arrivata su ogni pallone, mai in affanno e ben ordinata.
GIORGINI 6.5 ha rischiato di segnare un paio di volte
PALANCA 6.5 vigile del centrocampo, ha provato a far circolare palla
MESTICHELLI 6.5 spinge tanto senza adeguati risultati
FILIPPONI SERGIO 6 mancava di quella offensività che lo contraddistingue
MARCONI SCIARRONI 6.5 si è battutto tanto, soltanto che da solo non poteva fare molto
MARCONI SIMONE 6 il ruolo di attaccante non gli si addice
GAETANI 6 manca di vivacità, la sua arma migliore

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 151 volte, 1 oggi)