Sono passati quasi 900 giorni dall’inizio dell’avventura di Martinelli & c. e i temi fondamentali per il ‘rilancio’ della nostra città non hanno ancora fatto capolino sulla scena politica locale. Liti, ‘ribaltini’ e minacce di dimissioni: questi gli ingredienti che hanno reso saporito il ‘pot-pourri’ della maggioranza da maggio 2001 sino ai giorni nostri. Raramente le polemiche producono effetti positivi. Un assunto che per la politica diventa certezza assoluta.
La coalizione di centrodestra ha tenuto fede a questa disarmante verità: ancora oggi non conosciamo le linee direttrici della sua azione di governo. La Giunta Martinelli ha pensato molto al contenimento delle spese ma non ha avvertito l’esigenza di dare all’attività amministrativa un respiro programmatico, di priorità e d’indirizzo. Non meno delle finanze, è bene ricordarlo, occorrono idee e cultura politica, perché solo così si affermano le proprie capacità operative. Per troppo tempo l’azione della coalizione governativa è rimasta ancorata alla buona volontà dei singoli assessori (Piunti, Lorenzetti e poi?).
Ora, l’esecutivo si trova di fronte ad un bivio: dare il via alla realizzazione di grandi progetti per garantire un futuro dignitoso alla città o piombare definitivamente in una crisi politico-amministrativa senza via d’uscita. Occorre metter mano a scelte d’ampia portata, a progetti di lungo periodo: si pensi alla questione urbanistica, mai realmente affrontata (la discussione politica sul Piano Regolatore è finita nel dimenticatoio), al disegno mai realizzato di una nuova viabilità cittadina, all’allargamento dei cordoni dell’economia locale, alla crisi del commercio e alle problematiche della pesca.
Tanta carne al fuoco, insomma. Il momento è propizio per l’Amministrazione comunale: i primi freddi dell’autunno hanno stemperato il clima rovente nella Casa delle Libertà, quale occasione migliore per riappropriarsi del consenso perduto? A chi nulla tenta, nulla riesce.
Daniele Mauro

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 101 volte, 1 oggi)