Un pareggio che non punge
Il Giulianova, allo stadio “Recchioni” di Fermo, firma un pareggio dopo essere passata in svantaggio. L’1-1 della gara non è entusiasmante se si guarda la frequenza con la quale si è sbagliato sotto porta, ma incoraggiante se si pensa alla reazione avuta dopo aver subìto la rete dello svantaggio.

D’Arrigo soddisfatto a metà
“Ci sono squadre che lavorano per 10 e raccolgono 100, noi finora abbiamo lavorato per 100 e raccolto solo 10”. Questo è il pensiero del tecnico giuliese D’Arrigo dopo il pareggio esterno contro la Fermana. C’è la sodisfazione per aver raccolto un punto ma non per le occasioni sciupate che hanno in qualche modo compromesso la vittoria. Un primo tempo e buona parte del secondo al comando del gioco, poi un errore davanti a Chiodini e il calcio di rigore a sfavore dei giallorossi hanno rischiato di mandare tutti in corto circuito.

Rigore inesistente
La domenica calcistica appena trascorsa verrà ricordata come una domenica di “rigore”. Passando dal “Delle Alpi” di Torino con il tuffo di Zambrotta al “Recchioni” di Fermo con il contrasto tra Tangorra e Bucchi. Per l’arbitro e il guardalinee è rigore. “Non ho commesso nessun fallo”- si è così sfogato Tangorra – “ho subìto un torto ma sono riuscito ad essere ripagato siglando la rete del pareggio. Questo poteva costarci caro ma siamo stati bravi a reagire e raccogliere un punto sicuramente meritato”.

Munari pensa positivo
Il pareggio non accontenta mai le parti. Ne sa qualcosa il Giulianova, da una parte soddisfatto per essere riuscito a raddrizzare la gara, dall’altra resta il rammarico per aver sprecato così tante occasioni da rete. Ciò è anche il pensiero del giovane Munari che rimarca su quel rigore fantasma che poteva essere dannoso per i giallorossi, ma sottolinea la forza e l’ogoglio del Giulianova. Domenica contro la Samb sarà una occasione per confermare le loro potenzialità.

Possibile rientro di De Patre
Lo scontro diretto tra Giluianova-Samb è in fase di studio per i tecnici di entrambe le formazioni. Mister D’Arrigo potrà contare sul rientrante De Patre che si è allenato a parte dopo essersi lussato l’alluce del piede destro. Di Cola sarà probabilmente in panchina visto che ha lavorato regolarmente dopo una botta rimediata in allenamento. A parte hanno lavorato Olivares che quasi sicuramnete non sarà convocato per la partita per via di una contrattura al polpaccio, e Sinagra. Discorso diverso per Cazzolino. Entrato al 17 minuto del secondo tempo della gara contro la Fermana è stato costretto ad uscire al minuto 31 del secondo tempo causa infortunio. La risonanza magnetica ha riscontrato una lesione al menisco esterno. Nei prossimi giorni altri esami valuteranno se sarà interessato il collaterale.

Giulianova in cifre
I giallorossi si trovano appaiati al secondo posto in compagnia della prossima avversaria, la Samb, del Lanciano e del Crotone. Dopo sei gare di campionato tre sono le vittorie di cui due casalinghe con Martina (3-0 a tavolino, il Martina non si presentò al “Fadini” per proteste) e Teramo (1-0), una esterna contro il Chieti (1-0). Due i pareggi, uno interno con il Benevento (0-0) e uno furoi con la Fermana (1-1). Una sconfitta in quel di Pesaro (0-1). Sul proprio terreno di gioco sono andati a segno 4 volte non subendo reti, furoi dal “Fadini” due sono le segnature pari a quelle prese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)