Anche oggi, come accade ormai da diverso tempo, gli sportivi sambenedettesi saranno costretti a recarsi allo stadio Riviera delle Palme senza l’ausilio della loro auto. Malgrado la voce di Remo Croci abbia sollevato il problema agli organismi responsabili, la situazione non è mutata minimamente, ed anche nella giornata odierna si rischia un calo delle presenze allo stadio dovuto soprattutto a questa disposizione, che ci pare inutile e dannosa, sia per i tifosi, sia per la società, che vede gli incassi domenicali decrescere.

Nel frattempo Mister Trillini sembra intenzionato a lasciare almeno inizialmente in panchina Criniti e Bifini protagonisti contro il Modena, anche se stampa e tifosi, avrebbero voluto una Samb d’attacco, con tutti i giocatori tecnici in campo. Quella che attende oggi i rossoblu è una sorta di prova del nove, che può aiutare a capire il reale valore della truppa guidata dal trainer dorico, in una partita difficile soprattutto sotto l’aspetto mentale come quella con i pugliesi.

Il week-end è comunque iniziato bene visto il successo per la Beretti di Mister Voltattorni, che ha espugnato il campo dell’Aquila, vincendo per 3-1, con reti dei tre giovani spesso aggregati alla prima squadra, vale a dire Di Bari, Doumbia e N’Tamack. Un dato che conferma le qualità dell’ex Melfi e dei due stranieri, bisognosi soprattutto di giocare con continuità per affinare la loro tecnica, e ancora maggiormente la loro esperienza.

Non ci resta che sperare a questo punto che anche i “più grandi?, guidati da Zerbini ed Esposito, sappiano emulare i loro colleghi, battendo il Taranto, ed irrompendo in quella zona play-off che non più tardi di un mese fa, sembrava pura utopia, perfino per i giocatori stessi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)