Dopo il pareggio interno con il Foggia, la Samb ha ripreso nella giornata di ieri gli allenamenti al campo comunale “Sabatino D’Angelo?, in vista del match di Coppa Italia contro il Modena, rinunciando al classico riposo del giorno post- partita.
E’stato precauzionalmente tenuto a riposo Carmine Esposito per un leggero affaticamento muscolare, mentre tutto il resto della truppa rossoblu ha regolarmente sostenuto la seduta.

Sarà quindi con gli emiliani, reduci dalla vittoria in campionato, nel derby con il Bologna, che la Samb dovrà provare a dimenticarsi della beffa patita nell’ultima giornata di campionato.
I gialloblù guidati da Mister Malesani, scenderanno al Riviera delle Palme con un formazione imbottita di seconde linee, con i titolari che saranno tenuti in panchina, sempre pronti a subentrare in un eventuale momento di difficoltà. In una competizione sempre più snobbata dalle grandi, una partita come questa ha un significato relativo, che per la Samb può però valere il crisma del ritorno a tutti gli effetti nel calcio che conta, e la prospettiva di un incontro con la Lazio nel turno successivo, che accenderebbe i ricordi, neppure troppo remoti, di molti tifosi.

Nelle dichiarazione della vigilia, Trillini e Criniti hanno rimarcato come l’obiettivo principale sia ovviamente il campionato, sottolineando che la coppa nazionale, rappresenta soprattutto una vetrina per la tifoseria, e per la società. La testa dei giocatori rossoblu, sembra, almeno nelle parole, già al Taranto, ma dubitiamo che si voglia sfigurare in una competizione così prestigiosa. Possibile qualche cambio nella formazione, con Esposito e Martusciello candidati ad un turno di riposo.
La partita in programma domani sera alle ore 20:30, sarà arbitrata dal Signor Brighi di Cesena, coadiuvato dagli assistenti di linea Lanciani e Cavuoti.

BLOCCO DEL TRAFFICO Sulla questione è intervenuto Remo Croci, responsabile dei rapporti con la stampa della società di Viale dello Sport, che ha evidenziato la non conformità delle situazioni nei vari stadi d’Italia. “I tifosi foggiani – afferma Croci,- hanno potuto parcheggiare le proprie auto sotto la loro curva, mentre i nostri tifosi, a Teramo e Pesaro, hanno dovuto percorrere un lungo tratto a piedi, senza che ci fosse la ben che minima organizzazione di un bus navetta. Chiedo quindi a chi di dovere, spiegazioni sul fatto che la norma vale soltanto in un alcuni stadi, mentre in altri no?.

maurosbt@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 268 volte, 1 oggi)