Lo 0-4 rifilato alla Vis Pesaro può far venire il capogiro: troppo bello, troppo facile. Il campionato è lungo e ci sarà ancora da soffrire, ma la squadra incompiuta e “Criniti-dipendente” vista in campo contro l’Acireale per ora è soltanto un ricordo. Una certezza, comunque, esce dal “Benelli” di Pesaro: nell’attesa di un Esposito che torni ai suoi livelli (serviranno diverse partite ma vale la pena aspettare), Martusciello ha già dimostrato di essere un giocatore stratosferico per questa categoria.

Schierato centralmente, ha dimostrato di essere un centrocampista universale, di quelli che qualsiasi allenatore sognerebbe di avere nella propria squadra. Sa difendere, sa tenere palla, sa fungere da regista, sa dare il ritmo alla squadra, ha un ottimo tiro e un eccellente lancio: un vero uomo-squadra.

Proprio da Martusciello vorremmo partire per vedere come la nuova Samb sia diametralmente opposta a quella che, lo scorso anno, Colantuono condusse alla semifinale play-off. Arcigna, vigorosa e muscolare quella, elegante, estrosa e giocoliera questa. L’anno scorso la Samb era costretta al 4-4-2 fisso, in mancanza di un fantasista capace di scompaginare le carte: quest’anno ci sono due giocatori che hanno le caratteristiche proprie del funambolo (Criniti e Bifini), ai quali si aggiungono Esposito, che può giocare da seconda punta o da esterno di centrocampo offensivo, Martusciello, che potrebbe essere impiegato anche a ridosso dell’attacco, e Gennari, che è un centrocampista più portato ad offendere e ad inserirsi che a contrastare (ma dovrà adattarsi ad un ruolo più oscuro e aiutare Napolioni se vorrà consentire alla squadra di non perdere l’equilibrio).

È quindi una Samb “dai piedi buoni” e dotata di molta classe. La partita con il Foggia è un banco di prova importante per verificare se la squadra è capace di mantenersi concentrata, umile e smaniosa di vittoria anche a fronte di un risultato “ubriacante” come quello di Pesaro. Toccherà poi a mister Trillini il compito di ottenere il massimo da questi giocatori: i trequartisti, dopo un decennio difficile, trovano sempre più spazio: si pensi al Milan di Pirlo-Rui Costa-Kakà, la Roma di Totti-Cassano, la Nazionale di Totti-Del Piero…

ABBONAMENTI. Dopo la vittoria di Pesaro cresce a livelli altissimi l’entusiasmo della tifoseria, così la Samb Calcio ha deciso di prorogare la campagna abbonamenti fino al 27 settembre.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)