Ci sembra doveroso pubblicare questa e-mail inviataci da Francesco Cosmai di Foggia. Per la società pugliese infatti rischia di accadere quanto avvenuto lo scorso anno, di questi tempi, alla Samb (seppur per un solo giorno): la società è in vendita e Francesco Agnello (lo ricordate, lo ricordate…) è tra i papabili acquirenti (anche se le notizie di oggi, da Foggia, dichiarano un suo allontanamento dal Foggia).

Francesco ha trovato, navigando tra i motori di ricerca, il nostro sito contenente, in archivio, la rubrica “Agnello chi?”, che lo scorso anno permise alla tifoseria sambenedettese di evitare un salto nel buio. Le notizie di quella rubrica sono state inviate da due mailing list di siti di Foggia, e riportati da www.ilsatanello.it, la rivista on line del Foggia Calcio

Ringraziamo Francesco per i complimenti: in quel caso come in altri, abbiamo fatto soltanto il nostro dovere, che è quello di dire, con coraggio ma con onestà intellettuale, la verità di cui siamo a conoscenza. Ci associamo al suo augurio di vedere una bella giornata di sport e tifo in occasione di Samb-Foggia del prossimo 28 settembre.

Gentilissimo Signor Pier Paolo FLAMMINI, mi chiamo Francesco Cosmai è sono un tifoso del Foggia. La devo ringraziare poiché grazie ai suoi articoli, copiati e distribuiti ad una Mailing List , noi tifosi foggiani abbiamo capito, forse in tempo, che razza di gente ruota attorna alla sfera di cuoio. Sarebbe bastato che Agnello, parlo al condizionale speriamo non avvenga, acquistasse il Foggia e saremmo finiti sicuramente in quarta serie per fallimento precoce. La ringrazio ancora e ce ne fossero di giornalisti come Lei che mettono in risalto tutte le malefatte di questi personaggi. Sicuramente attraverso questo tipo di giornalismo molte strane situazioni verrebbero viste sotto tutt’altra veste.

Per quanto riguarda le mailing

list sono quelle dei siti http://www.garganonet/sport/foggiacalcio e

http://www.foggiacalcio.it.

Spero il 28 settembre (Samb-Foggia ndr) sia

innanzitutto una bella gionata di sport e poi che vinca la migliore squadra

nell’asupicio che l’Agnello lo mangiamo a Pasqua.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 107 volte, 1 oggi)