“Entro il mese di ottobre – annuncia l’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Poli – si procederà al rifacimento del manto stradale nelle via Colleoni e Montegrappa nella zona sud della città, in via Manara e via Colle Ameno nel quartiere Ponterotto, nelle vie Tebaldini, Bovio, Crivellucci, Cavallotti, Zanella e Tommaseo per il quartiere S. Filippo neri. Il tutto per un importo complessivo di 88.000 euro. Entro lo stesso termine – prosegue Poli – saranno rifatti i marciapiedi, nei tratti dove mancano o sono rovinati, delle vie Lucania, Morosini (solo questo è un intervento da 27.000 euro), Piemonte e Sforza. Da ricordare che sono stati ultimati i lavori di manutenzione straordinaria e di arredo delle aree verdi di Via Colleoni a sud e di via Asiago nel centro città, quelli di rifacimento dei marciapiedi in via Val Cimarra all’Agraria mentre sono in partenza i lavori per i marciapiedi in via Oberdan a Porto d’Ascoli e della rete fognaria in via Moncalieri”.

Ma è già in programma un intervento ancor più consistente sulla rete fognaria: ”E’ partito il bando per l’appalto della realizzazione delle fogne e dei marciapiedi in via Marradi, la cosiddetta via dei Leoni a monte della Statale – dice ancora Poli – per un importo stimato di 200.000 euro. E’ invece in fase di ultimazione il progetto per un analogo intervento in via Alfieri e anche in questo caso l’impegno finanziario è consistente, circa 250.000 euro. I cantieri saranno aperti entro la fine dell’anno. I

“Infine – conclude l’assessore – siamo quasi pronti con il progetto preliminare per il rifacimento della rete di captazione e smaltimento delle acque bianche nelle piazze S. Giovanni Battista e Garibaldi per un importo di circa 800.000 euro. Se non vi saranno intoppi, i lavori potrebbero iniziare tra la fine del 2003 e l’inizio del 2004. Si tratta di tappe successive di un unico progetto che riguarda lo smaltimento delle acque piovane del centro cittadino e quelle affluenti dalla parte alta della città. A cose fatte dovremmo aver avviato a soluzione una delle più gravi emergenze legate ai sempre più frequenti acquazzoni che colpiscono S. Benedetto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 114 volte, 1 oggi)