Nella quinta serata serata dei Teatri Invisibili 2003 i protagonisti dello spettacolo “Cafè Agrado” saranno gli attori della compagnia “’A Livella”, una vera e propria famiglia teatrale, come a loro stessi piace definirsi: Marco D’Alberti, Maurizio Della Valle, Luisa Iacurti, per la regia di Massimo Bologna.

Tavolini, sedie, un bancone da bar, cocktail annacquati, fumo di sigaretta, un palco e qualche numero da cabaret anni ’30: questa l’atmosfera dello spettacolo. Agrado, il proprietario di Café Agrado, è un personaggio ambiguo e crudele; per mancanza di personale ricopre anche il ruolo di presentatore e ballerino di flamenco. Ad aiutarlo a servire ai tavoli c’è una cameriera di dubbia fama. Un Gigolo belloccio si sposta di tavolo in tavolo per vedere se qualcuno ha bisogno di compagnia. Si dispiace per i suoi modi rozzi, ma il suo animo è gentile e con le donne fa scintille. La cameriera ha un debole per lui, ma ha il vizio di adescare gli ospiti del locale. Ma intanto, il locale è quasi vuoto, e i pochi clienti presenti sono nascosti nell’ombra dietro gli ombrellini dei cocktail…

Prima dello spettacolo, in occasione del trentennale del golpe in Cile contro il governo di Salvador Allende, sarà proiettato l’episodio del regista Ken Loach tratto dal film “11 settembre 2001”.
Il biglietto d’ingresso, in vendita presso la sala Kursaal, è di 7 Euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)