Auteri diverte il pubblico con il suo nuovo Martina
La mancata promozione in serie B, dopo aver perso la finale play off con il Pescara, il mancato ripescaggio nella serie cadetta avvenuto per la Fiorentina ha indotto il Martina ha scioperare nella prima di campionato. Sul campo del Giulianova i ragazzi di Auteri non si sono presentati, ottenendo così la sconfitta a tavolino per 3-0 e un punto di penalizzazione in classifica. Nonostante tali vicissitudini, domenica contro la Viterbese non è mancato lo spettacolo. I supporters pugliesi hanno potuto ammirare una squadra veloce, scattante ed aggressiva. Certamente diversa da quella dell’ex Patania in cui l’errore dell’avversario era vitale per infliggere il colpo defenitivo. Contro la Viterbese la parola d’ordine era attaccare tanto da insiedarsi più volte nella metà campo gialloblu senza timore.

Si attacca ma si prende. La difesa va rivista
Il Martina nel debutto stagionale contro la Viterbese (per gli altri era gia la seconda gara di campionato) ha sì mostrato doti di elevata personalità ma gli sono costate la vittoria. Difronte un avversario che ha creduto nella rimonta fino al novantesimo quando Cingolani ha segnato il definitivo 2-2. Il Martina ha accusato un calo fisico da parte dei nuovi arrivati D’Alterio e Mancinelli che comunque hanno fatto una buona prestazione e dalla retroguardia. Il reparto arretrato non è stato impeccabile, qualche indecisione di troppo che ha condizionato la vittoria. L’estremo difensore Narciso e Cirina non sono apparsi nella loro giornata di grazia. Prorpio quest’ultimo, schierato a sopresa per sopperire l’assenza dell’infortunato Erra, ha dovuto faticare parecchio per contenere uno sgusciante Martinelli. Comunque un’altra chance potrà averla gia da San Benedetto. La squadra di Auteri promette battaglia contro la Samb. Essendo relegata in ultima posizione con zero punti, la vittoria rappresenta il fortino da conquistare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 81 volte, 1 oggi)