Il protagonista di questo nuovo appuntamento dei Teatri Invisibili è Lory il porcello, un piccolo maialino mascotte di una azienda agricola, che vive una vita serena e beata fin quando non rischia di finire in un macello e diventare una salsiccia! Tutti gli animali si ribelleranno al triste destino che attende il loro amico, e indicono uno sciopero generale: Giovanni il Contadino, proprietario dell’azienda comprende la situazione e decide di firmare un documento in cui assicura che non farà nulla di male al maialino….da questo momento in poi Lory il porcello diventerà il “capo” dell’azienda che verrà presa a modello da tutte le altre fattorie dei dintorni, e gli animali finiranno sulla tavola di Giovanni solo se ne faranno richiesta….

Lo spettacolo adotta tecniche miste, che vanno dalla pittura in scena agli origami, e attraverso l’uso di palloncini si cercherà di ricreare le atmosfere della fattoria.

“Il principe della fattoria” è uno spettacolo scritto e diretto da Giacomo Maroni, con Cristina Serena, della compagnia “Schegge di Cotone” di Roma: la loro ricerca è volta a produrre spettacoli di teatro per varie fasce di età, organizzando anche laboratori teatrali per bambini portatori di handicap.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 217 volte, 1 oggi)