Le Aziende sanitarie locali e ospedaliere delle Marche e l’Inrca potranno distribuire direttamente i farmaci previa prescrizione a seguito di diagnosi o di piano terapeutico a cura di centri specializzati, quando la complessità clinica e gestionale della patologia trattata preveda un periodico ricorso alla struttura.
La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore alla sanità Augusto Melappioni, una deliberazione che contiene le linee guida per disciplinare su tutto il territorio regionale la fornitura diretta dei farmaci secondo le indicazioni della legge 405/2001. Un atto indispensabile per evitare iniziative di singole Aziende, le quali non sono legittimate a regolamentare autonomamente la materia in assenza di direttive regionali.
Il provvedimento della Giunta definisce l’elenco dei farmaci e stabilisce le operazioni che si debbono compiere per fruire delle prescrizioni. I centri specializzati sono quelli individuati dalla deliberazione del luglio 2001.
E’ inoltre assicurata l’erogazione diretta dei farmaci per il trattamento dei pazienti in assistenza domiciliare programmata e in assistenza semiresidenziale attraverso l’estensione delle stesse modalità operative già disciplinate per l’assistenza domiciliare integrata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 101 volte, 1 oggi)