Un’inversione di tendenza improvvisa, si penserà; niente affatto, il fallimento era in agguato. La politica del ‘vivacchiare, vivacchiare, vivacchiare’ comincia ad avvertire i segni del tempo. Se negli anni passati i numeri da capogiro del turismo marchigiano (il segno ‘+’ campeggiava trionfalmente accanto alle voci ‘arrivi e presenze’) avevano gettato fumo negli occhi degli operatori locali, ora è giunto il momento della resa dei conti. Non è nostro costume rivendicare meriti a posteriori ma ci preme ricordare che il nostro giornale, già nell’estate 2001, aveva lanciato lanciato l’allarme sull’effettiva bontà dell’offerta turistica locale con una significativa inchiesta: “Riviera delle Palme, grandi numeri o qualità??. Insomma, è giusto privilegiare eventi ‘dozzinali’ a discapito di sporadiche iniziative che potrebbero ‘nobilitare’ il quadro delle manifestazioni estive? Ebbene, a distanza di due anni il quesito non avuto risposte adeguate. Ogni riferimento alla Mostra ‘L’uomo, la Pietra, i Metalli’ è puramente voluto. L’evento-clou dell’estate 2003 ha pagato dazio per le pecche dei poveri Leonardo, Raffaello ed Egizi: si contano sulla punta delle dita, fino ad oggi, i turisti che si sono ‘scomodati’ per ammirare i tesori nascosti dal Piceno all’Africa (di visitatori locali nemmeno a parlarne).
Non si tratta solo di mettere a nudo la dubbia qualità artistica delle iniziative in questione, il problema è rendersi conto che affidare le sorti della stagione estiva ad eventi totalmente sradicati dalla realtà storico-culturale della nostra città rappresenta una strada senza ritorno. La scelta netta da compiere è in direzione di un’offerta turistica programmata che valorizzi le identità e le risorse locali del ‘prodotto Riviera delle Palme’, mare e pesca in primis. Infine, occorre pensare definitivamente ad un progetto di rilancio del lungomare, trasformatosi nel tempo da centro attrattivo dell’offerta turistica ad anonima via d’attraversamento della città.
Svegliamoci, svegliatevi.
(dm)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 191 volte, 1 oggi)